-->

Attualità
Strumenti

La slavina che si è abbattuta sull'hotel Rigopiano nella frazione di Farindola in provincia di Pescara ha gelato tutti. Ma lo sconforto e la paura sono alleviati da piccole storie a lieto fine come quella di Ludovica.  

Dopo essere stata estratta dalla neve e dalle macerie ha avuto solo un attimo di esitazione e smarrimento, Ludovica. Poi ha subito espresso un desiderio, semplice e spontaneo, proprio come il cuore di un'anima salva. La piccola bambina salvata dalle macerie dell'hotel Rigopiano sommerso dalla neve ha così potuto riunirsi al resto della sua famiglia, mamma e fratellino erano già stati estratti al mattino. 

Ludovica ci ha messo poco a recuperare la lucidità, giusto il tempo di salire sull'elicottero che la portava verso l'ospedale di Pescara. La piccola riscaldata da coperte termiche e dall'amore dei soccorritori ha trovato la forza di chiedere "Voglio i miei biscotti" .

E i desideri delle anime buone viaggiano leggeri portati dal vento verso altre anime buone pronte ad accoglierli. Ed è successo così che il desiderio di biscotti di Ludovica è arrivato alle orecchie di Francesco, appassionatosi sin da subito alle sorti dei piccoli malcapitati al Rigopiano. Quando il piccolo cavaliere Francesco di soli 9 anni ha saputo che Ludovica era salva e stava bene, non ha potuto sottrarsi all'imperativo generoso e galante di accontentare il suo desiderio. E così accompagnato dalla mamma Attilia è accorso a far visita a Ludovica con in dono un pacco di biscotti dal sapore squisito della felicità. 

Federica Mazza