-->

Attualità
Strumenti

Gli italiani, e i napoletani in particolare, preferiscono la qualità di frutta e verdura dei mercatini alla classica spesa al supermercato. Il chilometro zero è considerato elemento indispensabile per il consumo consapevole e l’81% degli italiani, se fosse libero di scegliere, preferirebbe comprare la frutta direttamente dagli agricoltori. Dato emerso dopo l’indagine condotta da Campagna Amica.

L'unico modo per avere un rapporto diretto con il produttore è acquistare in punti vendita appositi o recarsi nei mercatini rionali durante il week-end. Per chi ama mangiare in modo sano e genuino a Napoli ci sono i mercatini organizzati da Coldiretti e quelli di Confagricoltura. Il mercoledì, il venerdì, il sabato e la domenica nelle principali piazze di Napoli è possibile acquistare prodotti alimentari di alta qualità. In Campania i mercati in vendita diretta degli agricoltori sono ormai una realtà consolidata. Sono  trenta ormai gli  appuntamenti stabili in regione.

 I mercati degli agricoltori vengono scelti per trovare prodotti locali del territorio, messi in vendita direttamente dall'agricoltore nel rispetto della stagionalità dei prodotti. Negli ultimi cinque anni più di quattro italiani su dieci “hanno fatto la spesa dal contadino”, con un aumento record del 55% nel 2016. "Dal dopoguerra mai cosi tanti italiani hanno acquistato direttamente dagli agricoltori con una crescita esplosiva nell'ultimo decennio da ricondurre - sottolinea la Coldiretti - all' attenzione per il benessere e per la salute ma anche alla sostenibilità ambientale e alla volontà di difendere e valorizzare l'economia e l'occupazione del proprio territorio”.

 Molti gli effetti positivi per i consumatori e per il mercato di frutta e verdura in genere: meno sprechi, prodotti di qualità, bassi costi di trasporto.  “Dal Patto con il consumatore ai mercati di Campagna Amica – spiega Gennaro Masiello, Presidente di Coldiretti Campania -  è cambiato il mondo.  Grazie alle battaglie di Coldiretti è cambiata la cultura del consumo. C’è più attenzione alla qualità, al legame con il territorio, tutela dell’ambiente, responsabilità sociale.” Per i cittadini i mercati contadini sono diventati non solo luogo di consumo ma anche momenti di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà.

L'Italia ha  la più vasta rete di vendita diretta di agricoltori organizzata con proprio marchio del mondo grazie alla Fondazione Campagna Amica, cui fanno riferimento oggi quasi ventimila agricoltori. Campagna Amica è il progetto Coldiretti per un’agricoltura impegnata a sviluppare un dialogo aperto e intenso con il cittadino consumatore.  Il progetto si propone di favorire lo sviluppo locale, valorizzando le risorse territoriali disponibili per tutelare l’ambiente, curare il paesaggio e migliorare la qualità della vita in campagna.

Aprire le aziende ai consumatori e avvicinare la città alla campagna, anche attraverso iniziative che coinvolgano le scuole, gli istituti di formazione, il mondo della cultura. Campagna Amica si propone di tutelare la qualità dei prodotti, favorendo iniziative che garantiscano il consumatore e facilitino la sua libertà di scelta.

La mission di Campagna Amica è la promozione dei prodotti tipici e l’alimentazione Made in Italy, intesi come risorsa economica e come espressione di identità.

Elèna Lucariello