-->

Rubriche
Strumenti

Una piccola liturgia, preparata secondo il disciplinare classico, aspetta i curiosi e gli appassionati che parteciperanno al workshop, organizzato dalla "casa con cucina intorno", in collaborazione con il primo tea-shop partenopeo.

<< Il Gong Fu Cha, letteralmente prendere il tè- ci spiega Giuseppe Musella titolare di Qualcosa di tè- è un rito semplice e mistico. Infusioni brevissime e ripetute ed un liquore (questo il termine usato per indicare gli infusi) condiviso con chi si stima, un pò come il rito partenopeo della tazzina di caffè. Il disciplinare tradizionale, prevede l'uso di un vassoio cerimoniale, di una yixing: la teierina antica e che la bevanda venga servita nelle zhong, le mini-coppette da degustazione >>

Un infuso misterioso fin dal nome, che può essere scritto siache the, e se si vuole far cenno alla cultura anglosassone anche tea. La bevanda più consumata al mondo dopo l'acqua, verrà raccontata a tutto tondo, insieme alla sua storia, le sue regole di preparazione e alle credenze, spesso errate, che le girano intorno.

Eccone una. Considerate il tè una bevanda chic, sofisticata? Niente di più sbagliato.

Quest'infuso dalle proprietà benefiche è usato dai cinesi addirittura al posto dell'acqua, con grandi vantaggi. Antistress, antiossidante, energizzante, antibatterico: le caratteristiche di questo antichissimo prodotto sono ormai allo studio anche della medicina tradizionale. Non a caso i cinesi sono tra i popoli più longevi al mondo, nonostante l'inquinamento e la vita frenetica delle grandi megalopoli orientali. vassoio cerimoniale

A Casa Valparaìso, il ritrovo di tutti gli appassionati di auto-produzione, si conoscono alla perfezione i vantaggi e le particolarità di questa preparazione millenaria conosciuta in Cina fin dal 3000 a.C ma giunta in Europa solo nel 1600.

<<In Asia esistono più di 2000 varietà di tè, ognuna con le sue caratteristiche organolettiche e proprietà benefiche- continua Musella- ma in Occidente se ne conoscono solo 220>>

Proprio per questo "Il piccolo incontro sul tè" di Casa Valparaìso, sarà una degustazione completa. Dai tè con minore ossidazione e dal sapore più erbaceo, cioè quelli bianchi e verdi, consumabili a tutto pasto, si assaporeranno il wulong, e il Pu'erh, infuso curativo, per concludere con i tè rossi e neri, dai sentori più decisi e speziati, dovuti al diverso processo di essiccamento delle foglie e alla provenienza.

Sei liquori, come ormai abbiamo imparato a chiamarli, dai gusti molto diversi tra loro che verranno accostati ad assaggi culinari, proprio come fanno i sommeliers nelle degustazioni legate al mondo del vino. Torte salate e biscotti al matcha (un particolare tipo di tè verde) saranno i co-protagonisti di questo rendez-vou pomeridiano, per dimostrare che una bella tazza fumante, può accompagnare qualsiasi momento della giornata.

Tutti i partecipanti avranno diritto ad uno sconto nel tea-shop "Qualcosa di the".

Per aderire al workshop di Casa Valparaìso è necessario prenotarsi al numero 333/7671318 oppure inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                                                                                                                                                                                                                                 Alessandra Cammarano