-->

Rubriche
Strumenti

 

 

La cura scientifica del progetto è affidata all’architetto Fabrizio Mangoni, esperto di dolci, ma anche autore di libri, trasmissioni tv, inventore del Vesuvio Babà e del famoso Vesuvio di Gay Odin. Il ricco programma prevede la visita ai monumenti, raccontati da esperti, storici dell’arte e guide turistiche e contemporaneamente un viaggio tra i sapori dell’arte dolciaria campana, con la degustazione di tipici dolci di Natale realizzati da maestri pasticcieri sulle ricette originali, raccolte in un piccolo volume, curato dallo stesso Mangoni, in omaggio ai partecipanti.

 

L’intera esperienza, con la storia dei dolci, l’origine del loro nome e le ricette, sarà accompagnata da performance teatrali Nunzia Schiano 
realizzate dall’attrice Nunzia Schiano, che i più 
ricorderanno per l’interpretazione della madre di Alessandro Siani nei due film di successo “Benvenuti al sud” e “Benvenuti al Nord”.

Abbiamo intervistato Francesca Maciocia, direttore generale della Scabec Spa, Società Campana per i Beni Culturali che realizza i progetti di Campania<Artecard, per qualche anticipazione.

Da Napoli a Capri, da Ravello a Cimitile e tanti altri luoghi dove per la prima volta si daranno appuntamento la storia dell’arte e la tradizione dolciaria. Come nasce il progetto?

L’iniziativa punta alla valorizzazione della tradizione culinaria come bene culturale. Come ogni anno Campania>Artecard, per conto della Regione Campania, mette in atto un progetto rivolto sia ai turisti, sia al pubblico campano che in questo periodo diventa turista del proprio territorio.

Potrebbe anticiparci quale sarà il dolce abbinato al museo di San Martino, primo luogo delle 8 visite culturali?

Protagonista sarà lo struffolo, secondo un abbinamento che il curatore scientifico Fabrizio Mangoni ha inteso fare in virtù di un altare presente alla Certosa di San Martino. Mangoni è un esperto di dolci, ma è soprattutto famoso perché abbina le pietanze al carattere delle persone. Per questa iniziativa gli abbiamo chiesto di fare questi originali accostamenti con i beni culturali. Un altro esempio è Capri. L’appuntamento è alla Certosa di San Giacomo, a cui sono abbinati i roccocò, in questo caso sulla base del paesaggio roccioso che l’isola offre.

Se dovesse consigliare uno degli otto luoghi quale sceglierebbe?

Credo che tutti i luoghi scelti siano meritevoli di essere visti e vissuti. Il sito che potrei suggerire è quello di Cimitile. Le basiliche paleocristiane andrebbero scoperte prima di tutto dagli stessi campani, un luogo pieno di storia e di periodi artistici diversi. L’abbinamento è con il susamiello, dolce della tradizione napoletana, la cui forma viene ripresa in un affresco che si trova all’interno delle basiliche.

Il ticket per ogni singolo appuntamento è di 8 € (ridotto 5 €). La partecipazione è gratuita per tutti i possessori di Campania>Artecard.

Per partecipare è necessario prenotarsi sul sito www.campaniaartecard.it 

Oppure al numero verde 800600601 Da cellulari e dall’estero +39 0639967650

                                                                                                                                                                                                                                                    Simona Martino