-->

Cultura&Spettacolo
Strumenti

Non scomoderemmo mai Voltaire senza una giusta motivazione. Ma l’evento Mondi che si è tenuto ieri allo Slash art/msic nella centralissima via Bellini a Napoli è stato più di un successo da vari punti di vista.
In primo luogo perché abbiamo fatto toccare con mano ai presenti il vero cuore pulsante di InFOODation, capace di far emergere forti sinergie tra campi solo apparentemente distanti come il cibo e l’arte. Perché un conto è scriverlo e un conto è creare sinestesie dal vivo.
In secondo luogo la mostra di illustrazioni realizzate da Alessandra Vitelli e Irene Servillo (che continua fino al 3 Giugno) è assolutamente deliziosa. Osservare le loro opere riporta la mente in quel mondo ovattato e surreale della propria infanzia visto attraverso il vetro di una maggiore età.
Le due artiste sono così brave che vale la pena spendere un paio di parole sul loro conto.


Il mondo di Alessandra
Alessandra nasce a Napoli dove vive e lavora. Ha frequentato la Scuola Italiana di Comix a Napoli e attualmente collabora con diverse case editrici italiane e internazionali come Eli Pubblishing, Tourbillon, Rue du Monde e Grupo Editorial Norma.

I suoi mondi sono “posti dell’anima dove mi rifugio quando creo qualcosa. Mondi fatti di piccole piante e fiori, personaggi strani, ironia e poesia. Sono mondi colorati con tinte pastello e desaturati, i colori che sono dei miei ricordi dell’infanzia

 

Il mondo di Irene
Fin da bambina Irene sviluppa la passione per il disegno che la porterà ad intraprendere gli studi in comunicazione visiva e illustrazione. Dal 2010 vive a Napoli dove lavora come illustratrice freelance. I suoi lavori hanno uno stile surreale e senza tempo, tipici dell’infanzia.  Il mondo da dove nascono le immagini “è un luogo abbastanza vicino ma allo stesso tempo irraggiungibile, ci si arriva solo portati da una sensazione passeggiando ad occhi chiusi tra colori e forme, abbandonando la logica della mente

Perché lo Slash?
Tutto questo enorme contenuto non poteva che trovarsi a proprio agio in un locale come lo Slash. Situato nel cuore pulsante della città, il locale si è sempre contraddistinto per valorizzare la cultura in ogni sua declinazione: dalle varie mostre di artisti locali alla musica di cantanti emergenti fino ad arrivare a veri e propri eventi creati ad hoc per favorire lo scambio culturale e sociale.

 

Insomma noi veramente sommes dans le meilleur des mondes possibles.

 

Massimiliano Guadagno