Cultura&Spettacolo
Strumenti

Città del gusto Napoli, network polivalente di saperi e di sapori del Gambero Rosso, rafforza e rilancia la partnership nata con il Museo MANN, affiancando l’Archeologico con un programma di eventi, attività e seminari in cui il mare sarà presente attraverso il racconto di territori, prodotti, aziende e personaggi legati al mondo del mare sommerso e non.

Gambero Rosso, leader indiscusso nel mondo dell’enogastronomia italiana e punto di riferimento per gli appassionati e i professionisti di tutto il mondo, è da oltre 30 anni il primo network multimediale nella ricerca e nella promozione del meglio del Food&Wine italiano. È un sinonimo di successo e una garanzia di qualità per professionisti e produttori di eccellenze Made in Italy.

In occasione dell’inaugurazione della mostra Thalassa, Città del gusto Napoli Gambero Rosso ha progettato per l’occasione un percorso sensoriale per gli ospiti della conferenza stampa tra cocktail, eccellenze vitivinicole campane e food d’autore.

Il percorso si apre con la presenza di cocktail firmati per l’occasione da L’Archivio Storico, miglior cocktail bar 2020  in Campania  secondo la guida Bar d’Italia del Gambero Rosso, dove il barman Salvatore d’ Anna  ha ideato   un cocktail dedicato al mare dal nome “Acqua di mare”, a base di riduzione di estratto di cavolo viola, mirtillo e soda al lemongrass e zenzero, di colore blue e con leggeri sentori sapidi che ricordano la salinità del mare.

Si continuerà con una selezione di bollicine campane rappresentate da aziende scelte in base alla loro collocazione geografica nei pressi del mare o, come il vino rosso, per suggestioni emotive che ricordino il mare, tema della mostra in apertura.

Produttori che svolgono il loro lavoro con amore e passione e caratterizzano le loro produzioni grazie all’utilizzo di vitigni autoctoni e utilizzando sia metodologie classiche di produzione delle bollicine sia metodi ancestrali. Un percorso di bollicine che va dall’alto casertano, passando per i campi flegrei e scendendo verso i colli di Salerno, il Cilento, per finire con un rosso nella magnifica isola di Capri.

A Cellole (CE) l’azienda Villa Matilde si contraddistingue per il legame con la cultura e le tradizioni del territorio, nel totale rispetto dell’Ambiente con il progetto “Emissioni Zero” che nasce dalla volontà di dimostrare che si può produrre vino in un’ottica di riduzione dell’impatto ambientale con utilizzo di moderne tecnologie per il contenimento dei consumi.

Nel cuore dei Campi Flegrei l’azienda Cantine Astroni da quattro generazioni mette da sempre alla base del proprio lavoro l’attenzione al territorio, attraverso un progetto di tutela e valorizzazione dell’ampelografia campana ed offrendo un’enologia di forti tradizioni, arricchita dalle moderne tecniche di coltivazione e vinificazione, senza mai perdere di vista l’importanza del piacere.

In provincia di Salerno, Viticoltori Lenza dal 1881 si dedicano al settore vitivinicolo lavorando con massimo entusiasmo e passione sulla qualità e l’ottimizzazione dei vini prodotti. L’attenzione dell’azienda si è da sempre concentrata sull’Aglianico, vitigno importato e diffuso nella Italia meridionale dalle colonie greche fin dal quarto secolo prima di Cristo.

Dal 2000 nel territorio di Torchiara, l’azienda Casebianche intervenendo il meno possibile in campo attuando lavorazioni meccaniche semplici, concimazioni naturali con rame, zolfo e argilla per difendere la vite. I processi di vinificazione seguono immediatamente la raccolta nel rispetto della materia vita, la coltivazione è biologica e l’approccio biodinamico e naturale.

Masseria Frattasi è un edificio del Settecento della famiglia Clemente situato ai piedi del Magnum Taburnum cantato da Virgilio nell’Eneide e nelle Georgiche che produce non solo vini con uve del territorio, ma anche un Capri rosso, un vino eroico, fatto da una vigna secolare, sull’isola di Capri, con 14 varietà diverse di uva. La sfida è salvare una delle testimonianze più antiche e prestigiose della viticoltura millenaria della Campania.

Il percorso vedrà poi altri protagonisti d’eccellenza, coinvolti per l’occasione da Città del gusto Napoli, per degustare il mare attraverso elementi sapidi di food.

Ciro Oliva giovane titolare della famosa pizzeria Concettina ai tre santi alla Sanità, di cui va fiero e che è fonte di ispirazione per le sue creazioni, sempre con uno sguardo attento a chi non è stato nella vita fortunato come lui, talento della pizza napoletana, Tre Spicchi 2020 nella guida Pizzeria di Italia 2020 del Gambero Rosso, enfant terrible del mondo dei lievitati, presenterà una chicca “pizza fritta con burro ed alici” per deliziare gli ospiti.

La Fattoria degli esposti storico panificio e tarallificio situato nella centralissima Via Tribunali nato da un’idea di Maurizio con la moglie Fabiana. Il nome deriva dall’unione di fattoria, luogo dove si conservano le antiche tradizioni di una famiglia ed Esposti per rivalutare questa storia molto toccante, sull’abbandono dei neonati nella nota Ruota degli esposti presso l’ospedale dell'Annunziata. Attenzione alla genuinità e alla qualità dei prodotti, gusto e produzione artigianale sono la loro filosofia aziendale.

Cisterna è un Bistrot situato nel cuore di Napoli, in Via Cisterna dell’olio e nasce dal desiderio di creare uno spazio di incontro e condivisione dove dialogare, confrontare le esperienze e mescolare le differenze Il tutto partendo dalla nostra terra, dalle materie prime di alta qualità del nostro territorio nel rispetto della stagionalità dei prodotti.

 

A partire dal mese di gennaio, fino a fine mostra, si susseguiranno una serie di eventi e attività dal nome “Aperi-DIVO, il mare protagonista” in cui il tema centrale sarà sempre il mare. Noti chef, eccellenti vini, importanti protagonisti del mondo del food e del wine guideranno seminari ed incontri che confermeranno la partnership tra le due eccellenze internazionali Città del gusto Napoli Gambero Rosso e Museo MANN.