-->

Cucine da incubo arriva in Italia! Al timone della versione nostrana di Kitchen nightmare c’è Antonino Cannavacciuolo, ragazzone creativo e di grande abilità culinaria, 2 stelle Michelin, considerato uno dei più grandi chef d’Italia e proprietario dell’hotel ristorante Villa Crespi sul lago d’Orta. Il programma, che andrà in onda su FoxLife (Sky, canale 114) a partire dall’8 maggio, vedrà il giovane chef di Vico Equense alle prese con i peggiori ristoranti italiani, cercando di riportarvi ordine, pulizia, qualità e soprattutto clienti!

Leggi tutto: Arriva Cucine da incubo Italia con lo chef Antonino Cannavacciuolo.

cuoca del presidenteFrançois Mitterand, presidente francese dal 1981 al 1995, amava tanto bere e mangiare bene. Ad appagare queste sue passioni, dal 1988 al 1990, ci pensò la chef Danièle Delpeuch, che a qualche anno dalla morte del presidente raccontò la sua esperienza nelle cucine private dell’Eliseo. Questo è il libro che ha ispirato il film La cuoca del presidente, nelle sale cinematografiche italiane da qualche giorno, che omaggia la chef-scrittrice sia nel titolo sia con il personaggio protagonista di Hortense Laborie, interpretato dall’attrice Catherine Frot.

Leggi tutto: La cuoca del presidente

  la fabbrica di cioccolatoCioccolato e cinema, e il successo è assicurato! Un connubio perfetto capace di riportarci indietro nel tempo, di farci tornare bambini aggrappandoci ai ricordi di un’infanzia felice e spensierata fatta di cioccolate calde e crostate appena sfornate dal profumo inebriante.

 "Nessun’altra fabbrica al mondo mescola il cioccolato con una cascata, cari ragazzi. E su questo non ci piove!" esclama un bizzarro Johnny Depp ne La fabbrica di cioccolato, ennesimo capolavoro di Tim Burton.

Leggi tutto: Ciak, si gusta! Il cioccolato al cinema

ferzan ozpetek Ferzan  Özpetek dixit: << Ha ragione Jodie Foster che paragona la regia al cucinare. In fondo, un regista deve dosare gli ingredienti, come il sale nell'acqua della pasta, e ''cucinare'' una sceneggiatura con un dosaggio perfetto, mettendoci ovviamente sempre un ingrediente segreto, tutto personale. Proprio come si fa ai fornelli >> .

Non possiamo che essere d’accordo con queste parole del regista turco, del resto, il cinema e il cibo sono due espressioni artistiche che spesso si fondono, non a caso nella filmografia del regista turco il cibo, la cucina, la convivialità della tavola sono elementi costanti.Ecco perché quest’artista che nel 1976 decide di trasferirsi in Italia per studiare Storia del Cinema, incarna ciò che vogliamo raccontare nella rubrica Cibo e Cinema (ndr domani pubblicheremo la seconda parte dell' articolo).

Leggi tutto: Ferzan Özpetek, l’uomo che attraverso il cinema ha elevato la cucina a emblema dei rapporti umani....

ozpeteck

I protagonisti dei film di Ferzan  Özpetek, sono come lui, apprezzano il mangiare bene e il buon vino, sono ritratti dei suoi amici e del suo modo di sentire la vita. Il piacere di stare insieme in quella tavola apparecchiata da tutti, in cui i commensali partecipano attivamente alla preparazione del pranzo, quasi come se fosse un rito, è rappresentato ne Le Fate Ignoranti, dove Antonia, interpretata da Margherita Buy, inizialmente sconvolta dall’apprendere della relazione omosessuale del defunto marito con Stefano Accorsi,

Leggi tutto: Ferzan Özpetek, l’uomo che attraverso il cinema ha elevato la cucina a emblema dei rapporti...

Sottocategorie

Il rapporto d'amore tra cibo e musica, cibo e teatro