-->

Eventi
Strumenti

Per scoprire che anche le bollicine sono un perfetto accompagnamento per la pizza.

Nella cantina Contadi Castaldi di Adro, due giornate dedicate al cibo più amato dagli italiani. Una grande festa che unisce il piacere delle bollicine Franciacorta al gusto sublime di vere pizze d’autore, elaborate con estrema attenzione alle materie prime e ai metodi di lievitazione e cottura, nella più autentica tradizione di partenopea.

Sabato 28 dalle ore 11 alle 12.30 si parte con "Bollicine Franciacorta e Vera Pizza Napoletana" un incontro pensato da Francesca Moretti per il "Festival del Franciacorta in Cantina" e per Contadi Castaldi, l’azienda che ha fatto della sperimentazione il proprio cavallo di battaglia per far conoscere il gusto dei suoi Franciacorta, apprezzato mix di freschezza e complessità, finezza e struttura. Nasce con il Festival del Franciacorta un nuovo progetto destinato a narrare l’Italia e i suoi sapori più autentici attraverso il filo conduttore della pizza quale simbolo di una tradizione che si rinnova attraverso la creatività dei giovani pizzaioli e la riscoperta di materie prime che, da sole, sono in grado trasferire il sentimento di una terra e della sua gente.

Con Davide Paolini, il noto Gastronauta dell’omonima trasmissione di Radio 24 [www.gastronauta.it] e con l’Associazione Verace Pizza Napoletana [www.pizzanapoletana.org] abbiamo pensato ad un laboratorio che, attraverso la testimonianza di esperti pizzaioli, possa illustrare quante e quali sono le regole per ottenere e riconoscere una pizza d’eccellenza, “buona da mangiare”, ma anche “buona da pensare”. Senza pregiudizi o, ancor meno, senza sposare rigidamente nessuna scuola di pensiero: pizza tradizionale o pizza gourmet? Per scoprire che, in effetti, “son tutte buone le pizze del mondo”, fatto salvo che si utilizzino materie prime genuine e di territorio, modalità di lavorazione corrette, rispettose del tempo, e, con buon senso, della tradizione.”

L’incontro con la pizza napoletana prosegue domenica 29 settembre con una lunga maratona all’insegna delle pizze più amate di tre grandissimi pizzaioli:

Guido Picariello con la pizza salsiccia e friarielli.

Attilio Bachetti con la pizza carnevale, cavallo di battaglia a forma di stella con i classici ingredienti della classica pizza napoletana (pomodorini del piennolo, fiordilatte, funghi porcini e formaggio grattugiato).

Ciro Salvo  con un’altra classica napoletana a base di ricotta di bufala, cicoli, salame napoletano, provola, pecorino e pepe.

Due giornate che insegnano a scoprire e riconoscere i sapori autentici rivelando, attraverso di essi, la versatilità di un Franciacorta nelle sue differenti tipologie di gusto.

La Pizza – conclude Francesca Moretti – si adatta bene ad essere abbinata ad un Franciacorta. Tecnicamente, le bollicine ammiccano ai lieviti dell’impasto ed esaltano con il loro fine perlage il gusto degli ingredienti. In particolare il Rosé, grazie alla sua percentuale di Pinot nero (35% nel non millesimato e 80% nel millesimato), ben si adatta alla mozzarella e all’impasto. Andando oltre l’aspetto tecnico, abbiamo scelto questo abbinamento perché i Franciacorta di Contadi Castaldi sono nati per essere bevuti con spensieratezza ed in buona compagnia così come si gusta una buona pizza per celebrare l’amicizia, per spezzare la fame o semplicemente perché è buona e di estrema qualità come un Franciacorta."