-->

Come se non bastasse, questo evento unico nel suo genere ha pure sfondo filantropico, infatti è pensato per raccogliere fondi da destinare al reparto di Oncologia dell’AORN Santobono Pausilipon. Tale progetto nasce da una rosa di fotografi acclamati del panorama partenopeo: Cristiano Chianese, Carlo Di Santo e Carmine Luino, le cui opere sono ospitate in una location d’eccezione e rielaborate dalle sapienti mani delle due proprietarie, la madre Antonella e la figlia Eleonora Di Pietro, da cui sono riuscita a carpire il segreto prezioso dell’origine della tecnica della stampa sul cioccolato, appresa in Belgio e importata per la prima volta da noi e presto copiatissima. Questi gioielli artigianali sono totalmente commestibili, in quanto prevedono il solo uso di coloranti alimentari e, paradossalmente, riproducono ogni dettaglio dei soggetti in cacao.

Alla nobile iniziativa prestano volti celebri, tra cui i giornalisti Luigi Necco e Anna Paola Merone, la voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare, Fausta Vetere, Diego Occhiuzzi, campione di scherma, l’imprenditrice Maria Ida Avallone, lo speaker radiofonico Stefano Piccirillo, lo scrittore Maurizio De Giovanni e dulcis in fundo gli attori Lello Giulivo e Benedetto Casillo, ritratti in pose fiere e altamente espressive, che troneggiano in bella mostra con annessa miniatura in cioccolato, tutta da gustare, e circondati da praline, cioccolatini e prelibatezze di ogni tipo, disseminati nelle ampolle e nelle vetrine del salotto di Madame Bon Bon.

La mostra-evento inizia all’ingresso, dove si è accolti da una sorridente hostess, la quale ti catapulta nell’atmosfera preannunciando le goduriose tavolette in una valigetta; si snoda poi in una stanza luminosa di un verde brillante, arredata finemente in pieno stile bon ton francese, che ben si presta ad accogliere, oltre alle fotografie d’autore, un’attraente fontana da cui sgorga un cioccolato marrone intenso, fulcro di una degustazione che culmina in un angolo all’esterno, dove si può assaggiare un profumatissimo passito Deira, proveniente dall’azienda vitivinicola Villa Matilde, le cui note persistenti e fruttate si sposano divinamente con questi bocconcini che hanno proprio un retrogusto paradisiaco.

Intervistando l’avvenente Anna Paola Merone, modella d’elezione, col suo inseparabile bassotto Bart, si dice soddisfatta e privilegiata di aver preso parte ad un’iniziativa tanto lodevole, in cui ha potuto peraltro sfoggiare tutta la sua vanità, plusvalore che fa spiccare il suo scatto. Insomma siamo di fronte all’ennesimo caso in cui il gusto per l’eccellenza culinaria si intreccia mirabilmente con l’arte che a sua volta fa rima con beneficenza: impossibile chiedere di più!

 

Sabrina Riccio