-->

Eventi
Strumenti

Vitignoitalia 2015 è alle porte e noi di InFOODation ci siamo stati fin dalla conferenza stampa, tenutasi a due giorni dal grande inizio, nella Sala Consiglio della Camera di Commercio di Napoli con ospiti di punta tra cui Maurizio Maddaloni (Presidente Unioncamere Campania), Maurizio Teti (Direttore Vitignoitalia), Luciano D’Aponte (Funzionario Regione Campania), Teresa Zannelli (Responsabile Sviluppo Campania) e Gustavo Minerva (Direttore Area retail Regione Sud BNL Gruppo Paribas) .

Napoli ospiterà il Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani dal 24 al 26 maggio, una collaudata iniziativa, giunta ormai alla sua undicesima edizione, in una location degna del suo nome, Castel dell’Ovo, dove si confermerà un format ben strutturato, denso di impegni tra convegni, workshop e degustazioni guidate, il tutto patrocinato da EXPO 2015.

Locandina del Vitignoitalia 2015La mission è semplice: individuare e vetrinizzare oltre 150 imprese vitivinicole nazionale con uno zoom particolare sulla nostra regione. Difatti questo prestigioso evento si prefigge di promuovere e assegnare il giusto spazio alle eccellenze locali, e quindi anche realtà medio-piccole che puntano sulla identità territoriale come cifra caratteristica, senza dimenticare appunto quanto questa vocazione enoica sia impressa nella morfologia dei suoli campani quanto nel nostro background storico e antropologico-culturale, oltre che nel nostro patrimonio letterario.

Il settore agroalimentare, insieme a quello vitivinicolo, sono tra i comparti economici destinati ad essere un valore aggiunto per la Campania, così come testimoniano le partnership istituzionali di Vitignoitalia con Unioncamere Campania, quelle con BNL Gruppo Paribas e la Camera di Commercio Italiana in Canada (con un portale dedicato al vino e all’enoturismo in Italia, www.WineandTravelItaly.com) e la collaborazione con l’ICE, agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Insomma tutti questi notevoli referenti dialogano ed operano in sinergia tra loro, quando si tratta del settore enologico, a riprova dei numeri e soprattutto della crescita qualitativa delle produzioni nazionali. L’Italia resta infatti tra i maggiori player e questo di Vitignoitalia risulta sicuramente il contesto adatto per consolidare il carattere internazionale legato al wine business.

Insomma il richiamo per foodies, addetti ai lavori e semplici wine lovers è forte ed è consolatorio pensare che abbiamo tre giorni, domenica e lunedì dalle 14 alle 21:30 e martedì dalle 14 alle 20 per goderci…ognuno il suo pezzo di Vitignoitalia!

Per maggiori info consultare www.vitignoitalia.it


Sabrina Riccio