-->

sigep rimini locandina
Eventi
Strumenti

 

Rimini Fiera ospita dal 23 Gennaio il 37° SIGEP, salone mondiale del gelato, del dolce e del pane artigianali. Qui si riunisce l'eccellenza dell'indotto dolciario per aggiornare gli operatori e i buyers, giornalisti del settore e visitatori appassionati giunti un po’ da tutto il Mondo.

L’area di Rimini Fiera è immensa, così come l’offerta di materie prime, macchinari e innovazioni che gli espositori del SIGEP propongono: un’ottima occasione per dare uno sguardo alla crescita dell’indotto dolciario in Italia e alla sua evoluzione.

Le novità apportate dall'industria del dolce spaziano dagli ingredienti di base dei prodotti, come per i biscotti alla vaniglia con carbone attivo per favorire la digestione, alle alternative biologiche e vegan dei dolci più tradizionali lavorati con basi interamente vegetali.

Gli spazi destinati alla gelateria mostrano novità di gusto come miele di coriandolo, pappa reale e polline per gli amanti dei sapori naturali, e ancora, gelato al risotto milanese che si vanta di essere "made in Italy", quasi a proporsi come gusto simbolico del brand di prodotto “gelato artigianale italiano”’ che in tutto il mondo è considerato un'eccellenza del nostro paese grazie alla lunga tradizione di questa produzione. Per i consumatori attenti ai valori nutrizionali si propone il gelato con il doppio delle proteine e metà dei grassi rispetto a quello tradizionale, anche in versione barretta, mentre per gli stacanovisti gelatieri valigie professionali che contengono distributori di gelato e carretti tradizionali rivisitati in chiave moderna per portare il gelato a feste e inaugurazioni.

Le tendenze del settore del dolce sono promettenti, alla luce dell’aumento del 2% delle vendite nel 2015. Il dolce per tutti i giorni, preferibilmente di fattura artigianale, fa da traino a tutto l'indotto, essendo un peccato di gola disponibile e reperibile appena lo si desideri. In occasione di SIGEP l'AIBI (associazione italiana rappresentativa delle aziende dei semilavorati di pane, pasticceria e gelateria) racconta a parole il significato dei dati numerici contenuti nell'indagine sul comparto effettuata da Databank e resa pubblica proprio per l'evento.
 

L’attenzione alla qualità della produzione insieme alle più ampie possibilità dell'offerta hanno spinto la crescita del settore. Bakery caffè e bar-pasticceria, soprattutto nelle aree urbane, approssimando il prodotto “dolce” al consumatore ne stimolano le occasioni di acquisto.

L'altra macro-tendenza è quella alla razionalizzazione, sia negli orientamenti degli operatori che nelle scelte dei consumatori, sempre più attenti agli sprechi e al valore del cibo, da sempre rappresentato dal pane. Durante SIGEP è stato proposto un goloso simbolo di questo orientamento: il gelato di pane con verdure. Creazione dello chef Alessandro Circiello, è stato preparato dal vivo per uno show cooking in Fiera al fine di dimostrare come un alimento quotidiano come il pane, semmai acquistato qualche giorno prima, possa diventare l’ingrediente base di un delizioso gelato anti-spreco.

Oltre le curiosità, il grande interesse che SIGEP riesce a veicolare è dovuto al lavoro condotto durante tutto l'anno, ideando eventi e strumenti innovativi da predisporre per gli espositori. Sistema SIGEP che supporta l'attività di internazionalizzazione e SIGEP Boost per accompagnare il business delle imprese con gli strumenti di comunicazione del Salone sono solo due delle attività che l’organizzazione offre agli espositori per farsi conoscere all’esterno. Con l'iniziativa Forum Agenti si intendono completare le reti commerciali di tante imprese che vogliano far viaggiare le loro proposte attraverso i territori. Infine Top Buyer dai 5 Continenti è la piattaforma che incrocia domanda ed offerta.

Rimini e SIGEP mostrano quanto possa essere dolce l’offerta gastronomica del nostro paese, e quanto i nostri artigiani sappiano condurci lungo la strada dello sviluppo, la stessa che valorizza le economie tradizionali locali e i valori della nostra identità.

 

 

Federica Mazza