-->

aroundtheFOOD
Strumenti

Quanti conoscono le origini della "vite a piede franco"? E come si coltiva la cicerchia? Quanti appassionati lettori di inFOODation hanno visitato il parco archeologico di Cuma degustando piatti cucinati secondo ricette millenarie? Gusto, archeologia, cultura sono solo alcuni degli elementi racchiusi nell''evento acheo-enogastronomico Malazè, nato da un'idea di Rosario Mattera per divulgare la bellezza e rispondere alla vocazione turistica dell'area, ancora poco nota, dei Campi Flegrei.

L'origine del nome Malazè esprime tutto il radicamento dell'evento al territorio dei Campi Flegrei. Malazè è un sostantivo che viene dal dialetto puteolano, infatti fino agli anni '50 le case e i locali a piano terra del borgo di Pozzuoli ancora non intaccato, erano utilizzati come depositi di attrezzi per la pesca che insieme alle aperture destinate ad accogliere le barche, rispondevano allo stile di vita delle genti del luogo che vivevano direttamente sulla Darsena e verso il Porto.
Questi appunto erano i malazzè: "magazzino-magazzeno-malazzè".

I Malazè si svolgono tutti gli anni nelle prime settimane di settembre fra i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Isola di Procida e una parte della città di Napoli proponendosi come laboratorio diffuso di innovazione territoriale per la sperimentazione di nuovi percorsi di sviluppo creativo e culturale che asseconda la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico con il food, il sociale, le nuove tecnologie digitali, il design e l'imprenditorialità.

Proprio come un grande paniere i Malazè racchiudono passeggiate, degustazioni, concerti e visite guidate che dureranno sino al 25 Settembre 2016. Malazè è un paniere che conserva la tradizione di un luogo in cui la cultura è ravvivata da una geografia vulcanica, ad alimentare una società civile che sempre più migliora il sapere di sempre con le innovazioni di oggi. Così nello stesso paniere in quel magazzino sul mare che sono i Malazè troviamo bisogni emergenti soddisfatti con l'innovazione.

Come desiderare un paniere di conserve, salumi e biscotti come li preparava la zia (rigorosamente coi prodotti del suo orto) e acquistarlo da un tablet durante la pausa a lavoro. Questo è il caso dell'iniziativa Paniere Flegreo che segue il funzionamento di un Gruppo di Acquisto Solidale che propone una selezione di prodotti a tutela del patrimonio agroalimentare del territorio flegreo. Il Paniere Flegreo porta delizie locali scelte con criteri di eticità e solidarietà, identità e tradizione ogni 15 giorni.

Proprio fra gli appuntamenti in programma nell'ambito dell'edizione 2016 dei Malazè si terrà la prima distribuzione curata dall'associazione Iocisto dopo la pausa estiva.  Sarà possibile aderirvi scegliendo le squisitezze proposte dalla lista di produttori, trasformatori e allevatori presente sul sito della Condotta Slow Food Campi Flegrei, www.slowfoodcampiflegrei.org  Dalla stessa pagina è possibile scaricare la lista della spesa  compilarla e farla pervenire, entro e non oltre giovedì 8 settembre, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. I ritiri avverranno sabato 10 settembre, dalle 10 alle 13, presso il Parco Cirillo, via Cerillo, 56, 80070 Bacoli (Napoli), dove sarà possibile anche acquistare prodotti.

Per tutti gli eventi in programma è possibile consultare il calendario dei Malazè 2016 .

Federica Mazza