-->

aroundtheFOOD
Strumenti

Il mondo dell'alta gastronomia incontra quello dell'arte della pizza. Succede a Napoli, da “Castellano Le pizze di Luca”, quarta generazione di artigiani, discendente dei fondatori della storica pizzeria Trianon. 

Nella capitale della pizza, l’attenzione per questa pietanza identitaria l’ha portata ad essere un prodotto di altissima qualità, non solo grazie alla selezione e alla lavorazione accurata delle farine, ma anche per il rigore che guida i pizzaioli nella scelta dei prodotti con cui farcirla e la creatività negli abbinamenti. Parametri che la avvicinano sempre di più ai vertici della cucina d’autore.

Non potevano, quindi, che darsi appuntamento nella città partenopea, da gennaio ad aprile, chef blasonati e di lunga esperienza. A lavoro, spalla a spalla con il padrone di casa, quattro nomi di grande prestigio: Peppe Aversa, chef patron de "Il Buco" di Sorrento; Danilo di Vuolo, de la "Caletta dello Scrajo" di Vico Equense; Michele De Leo del "Rossellinis di Palazzo Avino" di Ravello e Mario Avallone de "La Stanza del Gusto" di Napoli.

Cosa proporranno? Bisognerà attendere le date prefissate per  sapere cosa bolle in pentola e in forno per le quattro serate di "Chez moi: Luca Castellano ospita le stelle della gastronomia".

Oggi, mercoledì 25 gennaio sarà di scena Peppe Aversa con alcune reinterpretazione ad hoc della sua cucina. In sala, a comporre la colonna sonora della serata, ci sarà la musica del saxofonista Gaemaria Palumbo e del pianista Giuseppe Di Capua.

Per prenotazioni: 081 7418243