aroundtheFOOD
Strumenti

Si è conclusa con un afflusso record di oltre 15 mila persone la XVII edizione del Festival della Zeppola di San Giuseppe, l’iniziativa organizzata dal Comune di San Giuseppe Vesuviano grazie all’intervento finanziato con i fondi a valere sul POC Campania 2014-2020. Un workshop con 15 fra le migliori pasticcerie del comune i cui stand sono stati visitati da addetti ai lavori, appassionati e da tanti visitatori provenienti da molte parti della Campania.

Quest’anno l’amministrazione comunale  ha voluto identificare la manifestazione come festival, visto che la rassegna enogastronomica si è arricchita anche di appuntamenti di animazione e spettacolo che hanno visto esibirsi alcuni cantanti emergenti della zona e personaggi di spicco come il comico Simone Schettino e il cantante Gianluca Capozzi, che hanno contribuito a far affluire migliaia di persone. 

“Il Festival della Zeppola di San Giuseppe non è solo uno degli appuntamenti più golosi della regione, ma è diventato con la nostra amministrazione una rassegna di eccellenze, cultura tradizioni, spettacolo e opportunità” – ha dichiarato il sindaco di San Giuseppe Vesuviano Vincenzo Catapano. “San Giuseppe è già conosciuta per essere insieme a Prato il polo tessile più importante d’Italia – ricorda il sindaco -  ma il nostro obiettivo attraverso queste iniziative che coinvolgono migliaia di persone è quello di valorizzare e promuovere anche altre potenzialità come quelle enogastronomiche e culturali, che possono senz’altro comprendere il nostro comune nei grandi tour regionali.

Sono stato particolarmente felice di vedere  in questa due giorni una grande affluenza di persone che visitavano il Santuario di San Giuseppe, classificato dalle guide più accreditate uno dei più belli e imponenti al mondo, poi gustavano il nostro dolce più antico e contemporaneamente si divertivano con animazioni e spettacoli”. Con l’occasione il comune ha presentato anche un nuovo sito sull’evento della Zeppola di San Giuseppe, una clip audiovideo, un dèpliant, una campagna stampa e social. “Questo imponente evento che ci ha mobilitato tutti in questi giorni – ha dichiarato l’Assessore al Commercio e alle Attività Produttive Enrico Ghirelli – è anche la dimostrazione che quando la sinergia con la Regione Campania funziona, è possibile valorizzare al meglio le eccellenze produttive e le opportunità che offrono i nostri territori e che possono contribuire ad accrescere notevolmente l’economia locale”. Un messaggio alle istituzioni nazionali viene lanciato anche dai produttori dolciari di San Giuseppe Vesuviano che chiedono una chiara tracciabilità della filiera produttiva del dolce più antico campano.

Non basta, affermano, identificare la Zeppola di San Giuseppe come “Prodotto Agroalimentare Tradizionale”, è importante tutelarne la qualità, la tipicità e la salubrità identificando la provenienza di ogni materia prima.  Al workshop hanno partecipato: Bar Bifulco Luigi, Bar Bolero,  Bar Caldarelli, Bar Caldarelli S., Bar Conza, Bar Cozzolino, Bar Diaz, Bar Kakkadu, Bar Panico, Bar Sicilia, Caffetteria Miranda, Ci Piace Senza Glutine,  Caffetteria Bifulco Giuseppe, Caffetteria Ferraro, Pasticceria Benedetto.