-->

aroundtheFOOD
Strumenti

Franco Arminio a Napoli per Wine&Thecity. Venerdì 10 maggio, alle ore 19.00, nel Loggiato di Palazzo Fondi (via Medina 24), sito settecentesco e luogo di creatività contemporanea, il poeta e scrittore irpino legge i suoi versi, racconta l’Italia dei piccoli paesi interni, coinvolge il pubblico a creare comunità provvisorie in cui si intrecciano riflessioni e momenti di lietezza. In un’edizione che celebra la luna, eterna musa di poeti, artisti e scrittori, non poteva mancare una serata dedicata alla poesia. “La poesia come lievità di un sentimento comunitario che si sta sgretolando. La poesia per riattivare i sensi e il sentimento della presenza in un mondo proteso verso l’evanescenza delle vicinanze digitali”, commenta Arminio.

Nato a Bisaccia (Avellino) nel 1960, Arminio è stato definito da Roberto Saviano come “uno dei poeti più importanti di questo paese”. La sua opera è permeata da una profonda passione, vissuta in prima persona in Irpinia dove è nato e vive, per la natura che avvolge e scandisce i ritmi, per l’immediatezza del rapporto quotidiano con la vita e con la morte, per l’arcaico, la bellezza semplice.

“Un poco ci riguarda il movimento della luna” è un verso tratto dal libro Cedi la strada agli alberi pubblicato da Chiarelettere nel 2017.  L’incontro, organizzato da Wine&Thecity, da un’idea di Donatella Bernabò Silorata (ingresso 15 euro info www.etes.it Tel. 081 681505), è anche occasione per degustare i vini delle Cantine del Movimento Turismo del Vino della Lombardia: dal Lambrusco al Franciacorta, con la selezione di pani del Panificio Antonio Rescigno e i salumi di Maialumeria di Mugnano del Cardinale.

 

www.wineandthecity.it