-->

aroundtheFOOD
Strumenti

Carpire i segreti di un buon impasto da uno dei brand storici della pizza napoletana: sarà possibile mercoledì 15 maggio alle ore 12.30 presso la sede di Lombardi a Santa Chiara, in via Benedetto Croce n° 59, a Napoli.

 

L’evento, inserito nella rassegna Wine&Thecity dedicata al vino e all’ebbrezza creativa, consisterà in un laboratorio per appassionati di pizza, che potranno mettere le mani in pasta con le farine del Mulino Caputo e il suo nuovo prodotto, il lievito secco 100% italiano. Alla lezione pratica seguirà un tasting menu di pizze accompagnato dai calici delle cantine Terredora di Paolo, espressione della migliore tradizione vitivinicola irpina. In più, i partecipanti all’evento riceveranno in omaggio un barattolo del nuovo lievito Caputo, per cimentarsi nella pizza home made.

 

In allegato il menù completo della degustazione

 

Il costo della partecipazione è di 20,00 euro

La prenotazione, obbligatoria, si può effettuare al numero 081 5520780

 

L’evento sarà anche l’occasione, per Lombardi a S.Chiara, per presentare il nuovo menu e ilrestyling del locale, attivo dal 1922 ma recentemente rinnovato nell’interior design e nella gestione.

 

 Quella di Lombardi a Santa Chiara è la storia di una tradizione che si rinnova dal 1922. Dopo quasi cento anni di attività e in seguito ad un attento lavoro di restyling l’antica pizzeria, al civico 59 di via Benedetto Croce, a pochi passi dal Monastero di Santa Chiara e dal celebre Cristo velato, apre al pubblico in una veste del tutto nuova e dallo stile contemporaneo. Il risultato è uno spazio dove passato e presente convivono in un ambiente moderno e raffinato nel cuore della Napoli più antica e brulicante.

Il locale è stato pensato per celebrare i capisaldi della tradizione gastronomica napoletana: pizza e cucina.  Il forno della pizza, rivestito di maioliche rosse, con il banco di lavoro a vista connota lo spazio fronte strada dove ci si può sedere al bancone o ai pochi tavoli per godersi una montanara fritta o una pizza verace. A vista è anche la cucina dove gli chef preparano i piatti della tradizione partenopea come gli ziti alla genovese, le candele spezzate al ragù, la pasta e patate con la provola oppure secondi a base di pescato fresco, salsicce e friarielli.

Al piano superiore si apre un’ampia sala che si affaccia su Spaccanapoli: il restyling – firmato dall’architetto Francesco Scivicco - ha enfatizzato i grandi archi in tufo originari dell’antico palazzo, i tavoli sono in legno massello, le pareti luminose con foto d’epoca che raccontano la storia di questo luogo che si prepara a festeggiare i cent’anni di vita. Al piano inferiore una ulteriore sala che all’occorrenza si può riservare per eventi privati.

Dal 1922 la famiglia Lombardi è un’istituzione a Napoli, Don Antonio Lombardi un veterano della pizza: la nuova gestione, iniziata nel 2017, va nella direzione della continuità e nel rispetto dei dettami di Don Luigi che ancora, di tanto in tanto frequenta la pizzeria.

Il restyling ha interessato anche il logo dell’antica pizzeria: il profilo della facciata della Chiesa di Santa Chiara e il grande rosone, da sempre elementi iconici dell’insegna, sono stati alleggeriti e stilizzati e affiancati da un lettering contemporaneo.

La pizza resta al centro dell’offerta: impasti con farine attentamente selezionate, per garantire massima leggerezza e digeribilità ad ogni panetto, topping realizzati con  materie prime ricercate – dal San Marzano Dop alla mozzarella di bufala campana Dop. Alla carta delle pizze si aggiunge ogni mese “La pizza del mese” che segue il ritmo delle stagioni. Una vasta scelta di birre artigianali e vini prevalentemente campani completa la proposta.

Lombardi a Santa Chiara

Via Benedetto Croce 59, 80134 Napoli