-->

News
Strumenti

 

Quella pratica consolidata oltreoceano degli acquisti alimentari online conquista anche l’Italia, anche se in ritardo rispetto al resto d’Europa, con l’adesione di 6mila comuni tricolore; è previsto un servizio di consegna a domicilio nelle 24 ore successive alle compere e sono incluse le spese di spedizioni con ordini dai 19€ in su, la zona di Milano si è già attrezzata invece con Spedizione Sera per le consegne delle provviste entro la fine della giornata dell’ordine stesso.

I brand nazionali e internazionali presenti sul sito sono numerosi e di spessore (basti pensare a Nestlé, San Benedetto, Nescafé, Lavazza, Misura, Plasmon, De Cecco, etc), ma sono in espansione, esattamente come gli articoli a lunga conservazione e quelli per la cura della casa, mentre per il momento sono esclusi cibi freschi, surgelati e quelli facilmente deperibili.

Apre i battenti inoltre, da settembre, una piattaforma in cui produttori e le aziende di specialità enogastronomiche made in Italy potranno proporsi sui mercati di tutto il mondo e gestire il proprio business, grazie appunto ad Amazon Marketplace. Tutti i rivenditori del settore alimentare e dei prodotti per la cura della casa sono chiamati ad aderire alla rete messa in essere dal gigante dell’e-commerce di Seattle, ma sembrano inevitabili piogge di polemiche generali e le proteste delle aziende tradizionali italiane per difendere la propria unicità e i metodi commerciali classici, data la considerevole perdita che subiranno, proprio mentre il settore alimentare online è aumentato del 27%  rispetto al 2014, secondo quanto confermano i dati dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano.

Occhio alle offerte e buona spesa a tutti!

Per iniziare subito, visitate il sito:

Il tuo cibo preferito su Amazon

 

Sabrina Riccio