-->

Food advisor
Strumenti

Partirà venerdì 21 novembre il progetto gastronomico che porta la firma di Maurizio Cortese, foodwriter&consult, che scommette su un concept innovativo e promette di regalare momenti di puro piacere ai palati gourmand e ai cultori del buono. Come? Puntando sulla qualità della carne e sulla modalità di cottura che prevede solo ed esclusivamente carbone e barbecue Weber®, azienda leader nel settore.

Chef e fornitori sono stati selezionati per offrire ai clienti la garanzia di un prodotto di ristorazione di altissimo livello. Peppe Guida, Stella Michelin con la sua Osteria Nonna Rosa a Vico Equenze, è il consulente di Meatin’ mentre la carne è a Km 100, ovvero proviene dalla macelleria di Mario Carrabs, l’artista della carne di Gesualdo, in Irpinia, vero e proprio laboratorio di eccellenza culinaria. In cucina, guidato e formato da Peppe Guida, c’è il giovane cuoco Paolo Cozzolino, pronto a mettere a disposizione tutto il suo sapere alla brace. Nomi dunque che sono una garanzia nel panorama gastronomico campano e che seguiranno Angelo Aruta, Luca Nappi e Giovanni Stanzione, i tre giovani imprenditori napoletani che hanno dato vita a questo nuovo progetto.

meatin-salaCinquanta coperti in una sala accogliente dove il legno fa da protagonista. Tavoli nudi, volutamente senza tovaglie, arredi essenziali ma di gusto e cura dei dettagli con un bel pianoforte a parete, cestini di vimini, lampade e botti: questo l’ambiente di Meatin’, dove sui tavoli, accanto al menù, viene indicata anche la carta con l’etichettatura delle carni bovine. Un vero e proprio documento di identità con le indicazioni relative alla provenienza delle carni selezionate, simbolo di trasparenza, autenticità e garanzia.

Tutto è grigliato da Meatin’. L’unico primo piatto abbinato è il Delicato Sorrentino, piatto simbolo di Peppe Guida e sintesi di mediterraneità. Dagli antipasti al dolce è una continua esplosione di sapori. Qualche esempio? Battuto di giovenca irpina con uovo biologico all’occhio di bue e tartufo nero di Bagnoli Irpino; guancia di manzo alla pizzaiola, purè di patate al peperoncino; scarola arrosto con salsa di acciughe; gialletto grigliato, mou al maraschino e nocciole. Per provare queste e altre delizie basta andare in via Timavo, 25, aperto tutti i giorni a cena e anche a pranzo solo il sabato e la domenica. Chiuso il martedì. Buon appetito.

Annarita Costagliola