-->

Food advisor
Strumenti

Pietro Parisi, il famoso “chef contadino” di S. Gennaro Vesuviano (NA) che ha portato l’amore per la sua terra ed il cibo genuino in giro per il mondo, ha da poco dato inizio ad una nuova sfida.

Dopo l’apertura a Palma Campania nel 2005 del suo ristorante e laboratorio del gusto Era Ora, diventato presto punto di riferimento nei tour della buona tavola, e dell’osteria salumeria di S. Gennaro Vesuviano Le cose buone di Nannina nel 2014, spazio a prezzi equi dedicato alla nonna e alle sue gustose ricette, lo scorso 29 aprile Parisi è tornato infatti a stuzzicare il nostro palato con un nuovo locale: Burger Italy, sito in Via Ferrigni 6, in pieno quartiere Chiaia,  in zona baretti, per dirla con un termine caro ad aficionados e non.

Qui, restando fedele alla valorizzazione delle tradizioni gastronomiche campane e all’utilizzo di prodotti di qualità a km zero, il cuoco vesuviano ha donato al fast food fattezze non solo veraci, ma anche salutari, mettendo un punto alle frequenti quanto oramai risapute critiche legate ad uno dei cibi “spazzatura” che crea maggior dipendenza, con inevitabili conseguenze per il nostro girovita e la nostra salute.

La cucina è a vista e sulla vetrata si legge: “Tutto ciò che viene dalla nostra cucina è cresciuto nel cuore”. Ed ecco che sui tavoli dello spazio disegnato da Studio Rotella, arrivano panini per tutti i gusti, preparati con farine e grani antichi e farciti con eccellenze locali ma anche extrapartenopee come le Alici di menaica, il Conciato Romano, salumi nostrani, hamburger 100% italiani a basso contenuto di grassi e senza aggiunta di conservanti, provola di Agerola, parmigiana di melanzane al vapore, prosciutto cotto a legna e così via. Una menzione speciale meritano poi le famose “Marenne” campane: una creazione artigianale che diventerà presto oggetto di un nuovo progetto di franchising che attraverserà l’Italia da Nord a Sud, a base di pane cafone farcito con carne di vitello nostrano alla pizzaiola, polpette con cacioricotta del Salento, frittata di cipolle e verdure.

In un panorama come quello campano, specchio purtroppo di una tendenza nazionale caratterizzata dall’aumento dell’obesità infantile e una crescita smoderata di catene di friggitorie quale ultimo trend del fast food - la proposta gastronomica di Parisi si presenta come un utile strumento di educazione alimentare che incontra tutta la famiglia, mettendo d’accordo – e ingolosendo - grandi e piccoli. Non a caso l’attenzione dello chef è già da tempo focalizzata sui giovani, da crescere nel rispetto e nell’amore verso la propria terra a partire da un’alimentazione sana che non rinunci per questo al gusto e alle novità.

Micole Imperiali

Salva