-->

Food advisor
Strumenti

Al timone, o meglio, al forno a legna della pizzeria, troverete un giovanissimo Mimmo Esposito, 25 anni, ma con alle spalle un percorso lavorativo considerevole. La particolarità delle sue creazioni è che la pizza può essere ordinata a spicchi, consentendo un percorso personalizzato di degustazione a tutti coloro che desiderano assaggiare più cose nel corso della stessa serata.

Non mancano i fritti, ma non i soliti fritti! E qui entra in gioco la firma e la bravura del maestro monzù Gerardo Modugno e dei suoi quarant’anni di esperienza presso palazzi nobiliari. Il maestro, infatti, propone i fritti aristocratici che venivano preparati a Napoli nel Settecento. Non c’è da stupirsi, quindi, che vi vengano servite uova alla monachina, provolone del marchese Santasilia, crocchetta di crema di pollo e frittatina alla finanziera.

Partner di questo nuovo progetto, che investe molto sui giovani (il personale di sala è giovanissimo!), è il birrificio Angelo Poretti, mentre i dolci sono firmati dal maestro pasticciere Sal De Riso.

Valeria Vanacore