-->

Food advisor
Strumenti

Quest anno, accanto ai tipici dolci natalizi napoletani, arriva il panettone alle antiche spezie napoletane in edizione limitata firmato Leopoldo Infante, prodotto che unisce innovazione e semplicità. L’idea è quella di <<un incontro tra estremo nord ed estremo sud, tra il tipico panettone milanese e gli ingredienti esclusivamente napoletani: tarallo e pepe>>, ci spiega l’erede della famiglia di tarallari più famosa di Napoli.

Sul banchetto inaugurale di Leopoldo struffoli, mustacciuoli, roccocò e il panettone alle antiche spezie napoletane. L’erede della dinastia Infante ci illustra la preparazione e gli ingredienti del dolce che ha unito Milano e Napoli: << caratteristica fondamentale di questo prodotto è l’uso di farine antiche selezionate, che hanno dagli 8000 ai 10000 anni di storia. Oggi non sono più utilizzate per il loro scarso “rendimento economico”. Rispetto alle farine moderne hanno una ricchezza maggiore di fibre e un sapore intenso>>. Il gusto pepato delle spezie napoletane regalano al classico sapore dolce del panettone un tocco intrigante ed insolito: << il panettone è innanzitutto un prodotto artigianale, miscelato con olio extravergine di oliva, mandorle della Puglia, tarallo sbriciolato, cioccolato puro al 70%, per ammorbidire l’impatto aggressivo delle farine antiche. Al primo morso ciò che risalta è il pepe, cui sono particolarmente legato: il nonno creava miscele particolari con questa spezia. Si aggiungono mandorle e piccoli pezzi di tarallo>>.

L’azienda Infante nasce nel 1950, quando Leopoldo decide di vendere per le strade di Napoli taralli ‘nzogna, ovvero strutto, e pepe. Grazie all’impegno e alla passione di uno dei figli del fondatore, Gianni, il semplice “carrettino” su cui erano trasportati e venduti i taralli, diventa uno dei più prestigiosi marchi del food napoletano. Leopoldo e Nunzia, figli d’arte di Gianni, portano avanti una tradizione familiare che si unisce a un forte spirito di innovazione e creatività. Oggi questa azienda dall’indistinguibile design “ a pois” conta quattro punti vendita: a via dei Mille, tra il Pan e la metro di piazza Amedeo, nei pressi di piazza Dante, punto nevralgico del centro storico di Napoli,  a Spaccanapoli – via Benedetto Croce, la celebre strada che divide in due la città, e al vomero, in via Luca Giordano.

 Elèna Lucariello