-->

In vino veritas
Strumenti

Spolvero di botti e lucidatura di calici per l’edizione n.24 di Cantine Aperte, l'appuntamento più amato del Movimento Turismo del Vino, in programma sabato 28 e domenica 29 maggio da Nord a Sud dell'Italia . La redazione di inFOODation è stata presente all'anteprima nazionale, tenutasi in Abruzzo nella emozionante cornice della Transiberiana d'Italia.

Il Treno del Vino è stato un evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Le Rotaie, associazioni intente nella promozione dell'enoturismo la prima, e per la tutela e cura degli antichi convogli ferroviari la seconda. La partenza del Treno del Vino ha simbolicamente dato il via all'edizione 2016 di Cantine Aperte, viaggio attraverso la cultura enologica italiana. Le degustazioni dei vini delle 20 cantine abruzzesi partecipanti sono state godute dai viaggiatori immersi   nella bellezza naturalistica del Parco Nazionale della Majella a bordo di un "Cento porte", treno storico prodotto tra il 1920 e il 1930. Partito da Sulmona il Treno del Vino ha sostato in alcune delle più suggestive stazioni ferroviarie allestite per l'occasione con stand di prodotti tipici della gastronomia abruzzese abbinati ai vini delle cantine presenti all'anteprima nazionale di Cantine Aperte. Non solo formaggi e salumi, ma anche piatti di legumi e salse al tartufo, oltre che dolci con mosto d'uva e frutta secca ad accompagnare Cerasuolo, Pecorino, Trebbiano e Passito offerti ad ogni tappa.

 

La grande partecipazione del pubblico ha confermato l'apprezzamento per i progetti del Movimento Turismo del Vino che col Treno del Vino, ha dato modo agli enoappassionati di conoscere personalmente i produttori dei più famosi vini abruzzesi. Il tempo trascorso a bordo del Treno del Vino è stato infatti intrattenuto con i racconti degli studi e progetti che ad esempio sono dietro ad un Montepulciano Riserva , o con la presentazione di innovazioni ed esperimenti. Le nuove guardie del vino italiano sono giovani rampanti, innamorati delle proprie idee e allevati dalle storie dei nonni, e Cantine Aperte offre loro la possibilità di condividere con i propri potenziali clienti la stessa passione.

L'enoturismo è uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede crescere turisti, curiosi ed amatori avvicinarsi ai luoghi in cui il vino viene prodotto, e Cantine Aperte ne è l'evento simbolo. L'esperienza di passeggiare tra i vigneti, sentire sulla propria pelle il fresco delle cantine, ascoltare in silenzio i segreti della vinificazione e dell'affinamento è ricercata da giovani, comitive e coppie, che animano le iniziative organizzate dal Movimento Turismo del Vino in tutto il Paese, insieme agli stessi vignaioli.

La chiave del successo di Cantine Aperte è la maggiore consapevolezza dei produttori, che dall'esigenza di mettere a sistema le proprie risorse e di sviluppare nuovi orientamenti del proprio business, hanno trovato nella trasformazione della concorrenza in collaborazione e della comunicazione commerciale in racconto della propria essenza, nuove possibilità di guadagno più radicato e duraturo. Il Treno del Vino, così come la totalità degli eventi di Cantine Aperte 2016 assicurano la diffusione della cultura delle eccellenze italiane, e combinando natura, imprenditoria ed infrastrutture e producono benefici per l'intero sistema economico locale. Il Treno del Vino è partito: tutti a bordo verso Cantine Aperte 2016.

Per ulteriori informazioni sugli eventi previsti sul territorio nazionale www.movimentoturismovino.it

Federica Mazza