-->

In vino veritas
Strumenti

La stessa salute compromessa da tonnellate di sostanze tossiche seppellite sotto le fertili terre del casertano, ridotte a ricettacoli di ortaggi-veleno (la notizia è di oggi ma la storia è vecchia).

La stessa identica salute che ci saluta ogni giorno al primo sorso di grappa, al primo panino da fast food ingurgitato con il degno accompagnamento di carburante frizzante dalla veste rossa (in confidenza credo che la Coca Cola sia più nociva di un sigaro cubano).

Confermato il no al tabacco da mastico, il famoso snuss svedese per il quale permane l’eccezione di legge per il solo territorio della Svezia, prodotto che scassa le palle alle multinazionali del tabacco e ai monopoli. Bandite le sigarette slim e quelle aromatizzate al mentolo, forte frenata su sigarette elettroniche ad alto contenuto di nicotina.

Ultimo colpo al morale del fumatore, già infastidito dagli insulsi annunci funebri che ricordano che fumare fa male, ammazza te e il tuo bambino, chi ti sta intorno, causa dipendenza e tutte le altre notizie note al fumatore abituale, ultimo colpo dicevo saranno le immagini di tumori, escrescenze putride, denti cariati che “abbelliranno” i nuovi pacchetti in tutta l’UE sulla scia di quanto già avviene in Spagna e altri stati aderenti.

Eravamo partiti dal divieto di fumo nei locali pubblici, apprezzabile iniziativa che ha migliorato la vita di tutti, siamo passati alla guerra senza frontiere verso il vizio del fumo, guerra sensata che però ha assunto sfumature grottesche tra un divieto e l’altro, questo prodotto si quello no.

Non sappiamo quando le nuove regole entreranno in vigore e verranno adottate dagli stati membri, ma attendiamo ulteriori nefasti sviluppi.

 Luigi Orlando