-->

#milluminodicibo
Strumenti

10 anni per scrivere Via con Vento.16 anni, invece, sono serviti a Tolkien per completare la Trilogia dell’ Anello.Ma anche 60 ore di fila (senza dormire) per raccontare “Il bambino con il pigiama a righe” o 26 giorni sono bastati a Dostoevskij per completare “Il Giocatore”. Il sito stylist.co.uk ha classificato le più famose opere letterarie scritte in massimo sei settimane:

Quel che resta del giorno

Per il suo romanzo dal quale è stato tratto il film omonimo di James Ivory, lo scrittore giapponese Kazuo Ishiguro, ha impiegato 4 settimane

 

Il bambino con il pigiama a righe

La prima stesura del  romanzo del 2006 dello scrittore irlandese John Boyne, tradotto in 32 paesi, è stata completata in due giorni e mezzo.

 

La lepre e la tartaruga

Una storia di vita e d'amore firmata dalla grande Elizabeth Jenkins che in solo tre settimane scrive quello viene considerato un classico della letteratura matrimoniale.

 

Missione Confidenziale

Sotto massice dosi di anfetamina Graham Greene, autore del famose romanzo, scrisse 2.000 parole al giorno per sei settimane.

 

Non c’è tempo per morire

Il  trentaseiesimo romanzo basato sull'agente segreto James Bond, dell'autore inglese Sebastian Faulks. Scritto in meno di due mesi.

 

Gli anni fulgenti di Miss Brodie

Il romanzo della scrittrice scozzese Muriel Spark del 1961 è stato scritto in solo un mese. La scrittrice fu ispirata da un compito in classe.

 

Uno studio in rosso

Tre settimane per  il primo romanzo di Sir Arthur Conan Doyle sulle avventure del celebre detective Sherlock Holmes, pubblicato nel 1887.

 

Arancia Meccanica

Il romanzo di Anthony Burgess del 1962, simbolo di una generazione è stato , come dichiarato dallo stesso autore,una sorta di gioco buttato giù per denaro in tre settimane”

 

On the Road

Sulla strada, il capolavoro dello scrittore statunitense Jack Kerouac, simbolo della beat generation,è stato scritto in tre settimane a partire dall’Aprile 1951.

 

Il giocatore

I debiti a causa dei problemi col gioco d’azzardo furono invece la motivazione per Fëdor Dostoevskij  per terminare il romanzo prima della scadenza impostagli dal suo editore.Solamente 26 giorni per scrivere un capolavoro e salvarsi dal disastro finanziario.

Giovanni Salzano