-->

Protagonisti
Strumenti

perdite della memoria. A causa di ciò reca sempre con sé un libro rosso sul quale annota gli avvenimenti più salienti della sua vita e  ci attacca le foto che scatta con la sua macchina istantanea. Lui comincia a corteggiarla da subito, e tra piccoli furti da parte di lui e svenimenti improvvisi da parte di lei nasce una delicata storia d’amore che li vedrà guarire, imparare a vivere le proprie emozioni, unirsi, perdersi e ritrovarsi.

Un film dedicato alle persone gentili, speciali, ai perdenti, ai sensibili, a chi è onesto e sincero e viene perciò sopraffatto dagli eventi e le emozioni. L’antidoto dell’amore contro il disagio. Il film è tratto dal fortunato spettacolo teatrale di Massimiliano Bruno con la regia di Sergio Zecca che vedeva proprio il duo Angiolini/Leo, come protagonista. La sceneggiatura è affidata a Paolo Genovese già regista di Immaturi e Tutta Colpa di Freud, Edoardo Falcone e con la collaborazione dello stesso Edoardo Leo, il quale negli ultimi due mesi abbiamo visto al cinema sia nel film outsider Smetto quando voglio che nel La mossa del pinguino, film di esordio di Claudio Amendola.

Nel film non si mangia molto, è però saliente la scena di un gelato dall’improbabile gusto di limone e caffè che la protagonista adora e che sarà la causa scatenante di un ritorno di memoria.

Esiste una pietanza, un cibo per te evocativo, che ti riporta indietro a un momento particolare della tua vita?

Premetto che ho una gran passione per la cucina, mi piace mangiare bene e anche cucinare. Ho però un’insolita quanto immotivata passione per i cestini del cinema. Quelli che si mangiano durante le pause delle riprese. Li preferisco ad andare a cena. Non so come mai. Forse perché mi ricordano l’atmosfera del set che di certo mi evoca suggestioni positive visto che amo ciò che faccio.

Progetti per il futuro?

Tra pochissimo comincio la mia terza esperienza come regista, dopo 18 anni dopo e Buongiorno papà. Si tratta di una strana commedia sulla camorra tratto da un libro che ho amato molto e di cui ho acquistato i diritti. Ci siamo, tra poco iniziamo e per questo sono molto carico.

Noi di Tarallucci & Vin gli facciamo un enorme in bocca al lupo per questo film, per il prossimo e di poter mangiare ancora tantissimi cestini da set, visto che li ama tanto e che insieme sottendono anche il fatto che continuerà a lavorare a lungo nel cinema.

 

Carmen Vicinanza