-->

Protagonisti
Strumenti

 

Dal 26 novembre 2015 arriva nelle sale cinematografiche italiane Il Sapore del Successo, film americano che unisce vita, aspirazioni e cibo. Il regista John Wells racconta la storia di uno chef, il suo percorso – tormentato -  verso il successo: << è la storia di un uomo che inizia a comprendere cosa significa essere adulto>>. Adam, interpretato da Bradley Cooper, è un cuoco intraprendente e ambizioso, ma anche fragile e ancora inesperto: << il personaggio di Adam è molto complesso, le persone non sono sempre bianche o nere>>.

Il protagonista ha una storia difficile alle spalle: dopo aver conquistato due stelle Michelin in un ristorante parigino, a causa del suo orgoglio e inesperienza ne causa il fallimento, facendosi molti nemici.  L’incontro con la cuoca Helene, interpretata da Sienna Miller, la sua determinazione, e la capacità di Adam di aprirsi finalmente agli altri lo porteranno sulla via della redenzione e al Sapore del successo. Tra gli attori del cast: Daniel Brühl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy, Uma Thurman, Emma Thompson, Matthew Rhys, Sam Keeley. 

La traduzione italiana di Burnt, titolo originale del film, con una significativa sinestesia ci fa “assaggiare” il sogno americano di un uomo qualsiasi, con i suoi difetti, determinato a diventare lo chef più bravo del mondo. I fantastici piatti preparati da Adam portano lo spettatore a percepire una dimensione reale, sembra quasi di poterli assaggiare, toccare con mano: << spero che il pubblico esca dalla sala con la convinzione che tutto ciò che ha visto era reale>>, questa l’intenzione principale del regista. Adam comprende che il suo lavoro rappresenta l’essenza della vita, i diversi sapori che la caratterizzano. L’esperienza del protagonista interpretato da Bradley Cooper fa entrare lo spettatore nel mondo degli chef, con tutte le contraddizioni di un mestiere faticoso, ma che può portare grandi soddisfazioni:  << I sacrifici che fanno questi chef sono incredibili. E’ una vita veramente difficile, ne ho avuto un assaggio lavorando in questa cucina ed è stato sfiancante. Quindi chapeau a tutte le mamme chef>>.

Sienna Miller racconta di essersi talmente immedesimata nel personaggio di Helene, da aver imparato qualcosa del mestiere di chef: << Ho la sensazione di essermi fatta un’idea piuttosto precisa su come funziona una cucina e su come vanno gestiti i clienti in un ristorante. Diciamo che sento di essere molto più consapevole dei meccanismi di una cucina e di un ristorante. Sento anche di essere migliorata in cucina. A me è sempre piaciuto cucinare, mi occupo del pesce nel film, quindi sono molto migliorata in quel campo>>.  

Grazie al personaggio di Adam, Bradley Cooper ha ritrovato le  sue origini familiari:  <<Sono sempre stato molto affascinato dal cibo. Sono cresciuto in una famiglia di origini italiane e mia nonna era un’incredibile cuoca, parlavamo spesso di cibo, di cosa stavamo per mangiare, questo era il nostro principale argomento di conversazione a tavola con la mia famiglia! E credo che la maggior parte delle persone possa ritrovarcisi>>. Come Sienna, anche Bradley ha riscoperto grazie a questo film il cuoco che è in lui: << ho sempre cucinato per i miei amici e mi ha sempre divertito sperimentare. Devo dire che è una cosa che mi è venuta sempre naturale>>.

La possibilità di interpretare il ruolo di chef ha divertito tutto il cast de Il Sapore del Successo. L’esperienza quotidiana della cucina si fonde con il mestiere di attore: << io cucino per rilassarmi, mentre all’interno di una cucina professionale l’ambiente è folle, tutto è molto veloce  e non si ha il tempo per nulla>> afferma Omar Sy, che interpreta uno dei cuochi del team di chef professionisti collaboratori del protagonista.  C’è una grande differenza tra la cucina e il mestiere di cuoco: << è interessante vedere queste differenze. Il cliente ordina ma non ha idea cosa ci sia dietro la preparazione di ciò che ha ordinato. Quando ero giovane volevo diventare uno chef ma non avevo idea di quanto fosse difficile. Cucinare è come il servizio militare, è dura e devi avere molta passione per diventare uno chef>>.

Daniel Bruhl, nel film manager del ristorante, è egli stesso un ristoratore:  <<Sono stato subito colpito da questo ruolo perché sono io stesso proprietario di un ristorante. Da quando ho questo ristorante sono diventato un amante del mondo culinario>>.

Adam Jones inizia la sua carriera insieme a Reece, anche lui grande chef. Quando le loro strade si dividono, diventano inevitabilmente antagonisti. Sfortunatamente per Adam, Reece ha già conquistato la terza stella Michelin. Matthew Rhys interpreta il principale nemico di Adam: <<  non mi era mai capitato di vivere situazioni così sotto pressione come questa. Si pensa che il nostro lavoro di attore sia impegnativo ma non è nulla se paragonato a quello di uno chef>>.

 

Elèna Lucariello