-->

 Sold out al Piccolo Teatro di Milano per 9 volte consecutive; Una interpretazione magistrale portata fino alla ville Lumière, a Parigi, dove la stampa non ha potuto far altro che spendere lusinghe e complimenti. E’ questa la pièce che Toni Servillo porta al Teatro Bellini di Napoli dal 24 gennaio al 12 febbraio assieme a Petra Valentini, Davide Cirri e Francesco Marino: “Elvira, il nobile mestiere di recitare”. Un memento all’opera di Louis Jouvet che rispecchia in modo estremamente veritiero le lezioni realmente tenute dal Maestro all’interno del Conservatoire di Parigi, quando era impegnato nelle sette lezioni sul ‘Don Giovanni’ di Molière in piena occupazione nazista.

Leggi tutto: Scoprirsi e scavare nel proprio abisso interiore: ecco l’Elvira di Servillo

Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, si definisce un ‘cazzaro’. E non ha intenzione di cambiare, come ha promesso a Ettore Scola – al quale ha dedicato il suo nuovo film In guerra per amore, nelle sale a partire dal 27 Ottobre -  prima della sua scomparsa.

A distanza di tre anni dal clamoroso successo come regista esordiente con La mafia uccide solo d’estate, che ha raccolto numerosi premi e consensi della critica, Pif ritorna dietro la macchina da presa – che attenzione, non è solo quella de  Il Testimone, come in molti lo ricordano – e riporta indietro nel tempo, in una sorta di prequel/spin-off il personaggio di Arturo Giammarresi, protagonista appunto del primo film.

Leggi tutto: Pif: un ‘cazzaro’ in guerra per amore

la classe degli asini

Grande successo ieri sera per il moviefiction La Classe Degli Asini, diretto da Andrea Porporati, con Flavio Insinna e Vanessa Incontrada, andato in onda su Rai1 in prima serata, sbaragliando, così, i dati dell'auditel con 5,7 milioni di telespettatori. Un unico appuntamento per la fiction Rai, che racconta la storia di Mirella Casale e della famosa Legge Falcucci, che elimina le classi per bambini speciali, a favore dell'integrazione e dell'accettazione del 'diverso'. 

Leggi tutto: Flavio Insinna racconta La Classe Degli Asini, tra ragazzi speciali e buste di patatine

Dal 19 ottobre al San Ferdinando del Teatro Stabile di Napoli è in scena il meraviglioso adattamento di Liolà, commedia di Luigi Pirandello in tre atti a cura di Arturo Cirillo. Un’apertura con lo stesso Cirillo che interpreta il ruolo di Zio Simone Palummu, ricco massaio, assieme ad altri nomi noti del teatro contemporaneo napoletano, come Milva Marigliano nel ruolo di Zia Croce, Giovanna Di Rauso per Tuzza, figlia di zia Croce, Giorgia Coco per Mita, moglie di zio Simone, Sabrina Scuccimarra per Càrmina ‘a Moscardina, Antonella Romano per la Comare Gesa, , Viviana Cangiano per Ciuzza, Valentina Curatoli per Luzza, Giuseppina Cervizzi per Nela. Protagonista principale è Massimiliano Gallo.

Leggi tutto: Un hippie ante litteram: Massimiliano Gallo tra il Liolà di Pirandello e il cinema

Altri articoli...

Block [footer] not found!