-->

Ricette
Strumenti

La tradizione, si sa, è tradizione, soprattutto quando ci si siede a tavola. Non ci sogneremmo mai di non fare lo spaghetto alle vongole come lo faceva la nonna, o l’insalata di rinforzo come la fa di solito la mamma. Eppure, negli ultimi tempi, qualcosa sta cambiando. Ogni anno le famiglie italiane optano per menu un po’ più ricercati, conservando si la tradizione, ma inserendo abbinamenti e ingredienti entrati in voga solo recentemente.

Ecco qui la top five dei piatti tradizionali campani più rivisitati:

1) INSALATA DI RINFORZO. La sfiziosa insalata a base di cavolfiore, papaccelle, acciughe e sott’aceti, diventa un gustoso tabulè di cavolfiore al quale si aggiungono i tradizionali ingredienti.

2) IL BACCALA’. Il baccalà fritto, pilastro della cucina natalizia partenopea, inizia a lasciar spazio, specie tra gli antipasti, alle crocchette di baccalà e patate, fritte in abbondante olio e mangiate caldissime.

3) SPAGHETTO ALLE VONGOLE. Quando si è in tanti, lo spaghetto alle vongole, parliamoci chiaro, è un po’ difficile da cucinare. Scuoce in fretta e fare le porzioni è un po’ stressante! La soluzione? Non si sostituisce il prezioso e saporito mollusco ma il formato di pasta. I paccheri è quello più gettonato.

4) CAPITONE. La morte sua, come diciamo da queste parti, è fritto. Ma è ottimo anche arrostito con foglie di alloro e condito con aceto di vino.

5) I famosi pallini di pasta frolla conditi con abbondante miele, confettini e frutta candita non possono mai mancare per concludere al meglio una cena natalizia di tutto rispetto. Le due varianti più diffuse sono quella al cioccolato, fatto colare direttamente sugli struffoli, o quella al limone, inserendo la buccia di limone grattugiata direttamente nell’impasto.