-->

Ricette
Strumenti

Dal 24 novembre con il Corriere della sera è possibile acquistare il nuovo libro della Food editor Angela Frenda: “Ricette per Natale: 60 piatti pensati per i magici giorni delle feste”. Il libro, dedicato a chi ama le festività e i momenti da celebrare, è suddiviso in quattro capitoli: gli Sfizi, “perché delle giornate che precedono il Natale quello che ci si ricorda è soprattutto quello che si mangia nell’attesa”, come spiega Angela Frenda nel sommario; i Pranzi, con le ricette di sicuro effetto; le Cene, con i piatti della tradizione, ma anche quelli più spettacolari che faranno colpo sugli amici; e infine i Passepartout, con le ricette salvavita che riescono quasi sempre bene.

“Ricette per Natale” unisce al calore dello stile narrativo un manuale pratico ed efficace, offrendo suggestioni culinarie adatte a tutti i gusti. In pagine accurate e ricche di fotografie si snocciolano ricette provenienti da tradizioni diverse, dalla pasta e patate al ragù di Eduardo, dal cheeseburger al pollo arrosto semplice, dall’apple pie alle linguine al limone.

Per la prima volta Angela Frenda trasforma il libro in esperienza viva e reale con i Christmas Food Talk: quattro incontri dedicati ai lettori. Partendo dall’assaggio delle ricette migliori del libro, verranno svelati i segreti delle preparazioni, i particolari ingredienti e i trucchi del mestiere, ricreando le atmosfere da cui l’autrice stessa trae ispirazione. Ogni ospite riceverà in omaggio una copia del nuovo libro “Ricette per Natale”.

Noi di inFOODation abbiamo intervistato l’autrice, che ci ha parlato della sua esperienza di scrittrice e di cuoca non professionista ma appassionata.

Angela Frenda, Food editor del Corriere della sera, ha scritto per noi un libro di ricette per Natale, acquistabile in edicola dal 24 novembre. Le ricette suggerite da Angela sono piatti perfetti per i giorni di festa. Il primo elemento che traspare da “Ricette per Natale” è che per fare piatti buoni non c’è bisogno di essere grandi chef.

 

Devi avere delle ricette fatte per bene, da seguire. Questo è il vero trucco. Sono fermamente convinta che chiunque può cucinare.

 

Il libro è suddiviso in quattro capitoli e si apre con gli “Sfizi”. Come si dice a Napoli: chi di noi non ama “spiluccare”?

 

Il libro è pensato proprio per scandire con ricette semplici e divertenti i giorni di festa. Spesso si sta in cucina per preparare cena e pranzo, si invitano amici a casa e c’è l’esigenza di intrattenersi con piatti veloci per gli aperitivi. Le giornate di festa sono scandite con momenti diversi e ho pensato di dedicare ad ognuno di questi una ricetta. Poi c’è un capitolo, dedicato alla cena, con ricette più elaborate. Gli altri due capitoli sono dedicati al pranzo e ai passepartout : piatti facili a prova di chiunque, ricette adatte anche a chi non ha mai cucinato.

 

Il capitolo con le ricette “Salvavita” parla proprio di questo.

 

Si, sono tutti i piatti che non possono non riuscire. Non c’è niente di peggio per chi acquista un libro di ricette che queste poi non funzionino. Abbiamo provato a semplificarle molto, per renderle accessibili a chiunque.

 

Tra le ricette qual è quella che sta più nel tuo cuore? E quella che pensavi di non realizzare mai e poi ci sei riuscita?

 

La brioche sicuramente è stata un’importante sfida culinaria per me. Sembra una ricetta semplice, ma non lo è. La faceva mia nonna, ho avuto sempre sana riverenza per la preparazione delle brioche e ho deciso di affrontare questo mostro sacro. Non mi è riuscita la prima volta ma alla fine mi è riuscita. È il piatto di cui non ho più paura. La ricetta del mio cuore è invece il timballo di pasta, la pasta al forno è fortemente “meridionale”. Il timballo di pasta è il piatto tipico della nostra tradizione, che almeno una volta l’anno bisogna provare a fare.

 

Dal tuo libro emerge un forte senso di calore, ma soprattutto di famiglia. Non ci sono orpelli, è semplice, sentito e fatto col cuore.

 

La natura del mio libro corrisponde esattamente a come sono quando lavoro: ci metto abbastanza impegno. Sono convinta che la cucina sia un pezzo della nostra vita: cuore, sentimenti ed emozioni. Il lavoro che sto provando a fare col Corriere della sera cerca di unire racconti di cibo e ricette e narrazione emotiva della vita di tutti i giorni. Dietro ogni ricetta si nasconde sempre qualcosa, c’è un motivo e il lettore se ne accorge. Siccome non sono una cuoca, ma una giornalista che si occupa di cucina, per me “Ricette di Natale” nella sua ideazione e costruzione doveva avere un senso preciso. Credo che dal libro che ho scritto traspaia non solo il mio amore per il Natale, ma soprattutto il fatto che mi sono divertita molto a scriverlo.

 

 

 

Segnaliamo ai lettori che ci saranno dei Christmas Food Talk dove i lettori potranno incontrarsi e parlare con te delle ricette del tuo libro. L’ultimo evento si terrà a Napoli.

 

Si ne abbiamo fatti già alcuni a Milano che sono andati benissimo. Durante i Christmas Food Talk parliamo con i lettori di cucina e del libro insieme a diversi ospiti che interagiscono con me, ma soprattutto è possibile assaggiare i piatti cucinati in base alle ricette del libro in occasione degli eventi. Il 27 dicembre a Napoli, in via Tasso, ci sarà l’unica data campana dei Christmas Food Talk. Ci si può prenotare dal sito del Corriere della sera o del Corriere del mezzogiorno. Spero di incontrare tanti lettori napoletani.

 

Elèna Lucariello