-->

Ricette
Strumenti

 

Ingredienti per 4 persone:

 

4 polpi di 300 grammi l’uno

1 scatola di pelati Annalisa

Capperi di Salina q.b. (Presidio Slow Food)

50 grammi di olive nere di Gaeta

2 cucchiai di olio evo

2 spicchi d’aglio

1 peperoncino piccante (da preferire di forza media)

sale e pepe bianco q.b.

 

Procedimento: nella testa dei polpi inserire le olive, i capperi e poco aglio tritato ( 1 spicchio diviso per tutti i polpi). Aggiungere a crudo in una casseruola di terracotta l’olio, il peperoncino, la testa d’aglio, i pomodori pelati leggermente schiacciati e salati in precedenza, le olive rimanenti.

Adagiare i polpi con la testa rivolta verso il basso e i tentacoli a raggiera. Scuotere leggermente il tegame per favorire il rimescolamento del pomodoro con e completare la salatura secondo gusto, senza eccedere. Coprire la casseruola con un foglio di carta da forno legato ai bordi e il coperchio. Cuocere a fuoco lento per 40 minuti, ruotando la casseruola senza aprirla. Scoprire, lasciar ridurre l’eventuale umidità in eccesso (non dovrebbe essercene se tutto è stato compiuto a mestiere), spolverare di pepe bianco e servire con pane tostato di Castellabate o crostini.

Per condire i vermicelli si consiglia di tagliare i polpi a pezzi e usare il sugo con tutto il contenuto.

Mentre si cuoce e vi rilassate, consigliamo di leggere l'ironica poesia sul polpo in esclusiva su Taralluccievin: la digestione ne beneficerà!

L.O.