-->

Ricette
Strumenti

Questa prelibatezza di certo non è il massimo per chi è attento alla linea, ma uno strappo alla regola è lecito, per non dire d’obbligo! Di pasta e patate ne esistono varianti a morire.

C’è chi la preferisce “azzeccata azzeccata”, chi la predilige un po’ più brodosa, e c’è chi l’arricchisce con pezzi di crosta di parmigiano, tocchetti di prosciutto crudo, cotiche e via dicendo. La pasta e patate che vi propongo è nata un po’ per caso, è frutto di un esperimento culinario. Spesso, infatti, specie quando non si ha tempo o voglia di uscire a far la spesa, dico a me stessa: “vabè, apro il frigo...ci sarà qualcosa!”, e il più delle volte sono fortunata…

Ingredienti per 4 persone:

400 gr. di pasta mista

4 patate medio-grandi

300 gr. di salsiccia

50 gr. di guanciale dolce

250 gr. di provola affumicata

100 gr. di caciocavallo

brodo di carne o dado biologico

Poca cipolla

5 cucchiai di olio e.v.o.

Prezzemolo tritato

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

3 cucchiai di pecorino grattugiato

Sale e pepe q.b.

Procedimento…: sciacquate bene le patate sotto l’acqua corrente, pelatele, tagliatele a cubetti e tenetele da parte. In una padella molto capiente (un padellone, per intenderci!) fate imbiondire la cipolla finemente tritata nell’olio. Appena si sarà dorata, aggiungete il guanciale tagliato a dadini e la salsiccia sbriciolata grossolanamente (e privata della pelle).

Fate rosolare il tutto per 3-4 minuti, dopodiché aggiungete le patate. Fate cuocere per qualche minuto e proseguite la cottura aggiungendo un mestolino di brodo caldo di tanto in tanto. Quando le patate risulteranno belle tenere, schiacciatene la metà con una forchetta, aggiungete un po’ d’acqua e, raggiunto il bollore, calate la pasta, facendola cuocere per metà della cottura indicata sulla confezione. Non dimenticate di girarla ogni tanto, altrimenti rischiate di trovarvi davanti uno sformato di pasta! Ricordate inoltre che, trascorsa metà cottura, la pasta deve rimanere abbastanza sugosa, non asciutta. Fatto ciò, spegnete il fuoco e, non appena la vostra profumatissima pasta e patate si sarà raffreddata, aggiungete la provola e il caciocavallo tagliati a cubetti, 2 cucchiai di pecorino, 2 cucchiai di parmigiano e il prezzemolo. Aggiustate di sale e aggiungete anche un po’ di pepe fresco, che mai guasta! Girate bene il tutto, assaggiate…non troppo altrimenti non arriverà a tavola, e rovesciate il tutto in un capace tegame da forno.

Livellate ben bene la vostra pasta, cospargete con il parmigiano e il pecorino rimasti e infornate a 180° per 10 minuti. Fatto? Bene. A questo punto non vi resta che lasciarla raffreddare (cosa che consiglio vivamente a tutti!) e godervela.

Esperimento riuscito??

Valeria Vanacore