-->

Ricette
Strumenti

 

E’ un piatto unico e ricco, e una volta cotto si può conservare in frigo per un paio di giorni (ma senza il condimento!). Tradizionalmente il couscous viene servito in un unico grosso recipiente, basso e circolare, dal quale tutti i commensali mangiano con le mani!

 cous cous pecora e verdure

Ingredienti per 4 persone:

Per il condimento:

6 cucchiai di olio e.v.o.

1 porro

1 peperone

3 melanzane

4 zucchine

250 gr. di carne di pecora tagliata a dadini

2 pomodorini ciliegia

1 scalogno

1 bicchierino di vino bianco

1 spicchio d’aglio

1 foglia di alloro

Sale e pepe q.b.

 

Per il couscous:

250 gr. di couscous precotto

300 gr. di acqua

1 cucchiaio di olio e.v.o.

1 cucchiaino di sale

 

Procedimento: pulite, lavate e tagliate a julienne tutte le verdure. Fate soffriggere in 4 cucchiai di olio il porro e lasciate appassire per cinque minuti. Aggiungete i peperoni e le melanzane e fate cuocere a fiamma media per 15 minuti con coperchio, girando di tanto in tanto. Infine aggiungete le zucchine. Quando quest’ultime risulteranno morbide, aggiustate di sale e togliete dal fuoco. In un’altra padella fate soffriggere lo scalogno con l’aglio (intero, andrà poi eliminato a fine cottura), l’alloro e i pomodorini spezzettati. Fatevi rosolare la carne di pecora, sfumate il tutto con il vino bianco e cuocere per quattro minuti. In una pentola ponete 300 gr. di acqua, il cucchiaio d’olio e il cucchiaino di sale e portate ad ebollizione. Togliete da fuoco e versatevi dentro il couscous a pioggia, girando per un paio di minuti, dopodiché rimettete la pentola sul fuoco e continuate la cottura per altri tre minuti, sgranando il couscous con una forchetta. Infine, versatelo in una capace ciotola, aggiungete la carne di pecora e le verdure e mescolate il tutto. Et voilà!

Suggerimenti: il couscous conviene comprarlo sempre precotto, perché la cottura tradizionale a vapore è lunga e complessa. La carne di pecora ha un sapore molto forte, pertanto, per chi preferisse un sapore più delicato, può optare per il pollo. Il risultato sarà comunque convincente.

Valeria Vanacore