-->

Cultura&Spettacolo
Strumenti

Da sempre il cibo è stato uno dei principali protagonisti di famose opere pittoriche. Dal 24 gennaio sarà possibile ammirarle a Brescia dove il Palazzo Martinengo ospiterà la mostra “Il cibo nell’arte. Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol”. L’esposizione, che sarà visitabile fino al 14 giugno 2015, si inserisce negli eventi targati Expo 2015 ed è suddivisa in dieci sezioni tematiche che abbracciano quattro secoli di storia: L’allegoria dei cinque sensi, Mercati dispense e cucine, La frutta, La verdura, Pesci e crostacei, Selvaggina da pelo e da penna, Carne salumi e formaggi, Dolci vino e liquori, Tavole imbandite, Il cibo nell’arte del XX secolo

Si tratta di un genere di mostra mai organizzata prima in Italia, una inedita esposizione in cui il Bel Paese viene narrato attraverso diverse opere d’arte che ne raccontano l’articolata tradizione gastronomica dal Barocco al Rococò, dal Romanticismo al XX secolo.  Si potranno ammirare il Piatto di pesche di Figino, autore della prima natura morta della storia dell’arte italiana, Mangiatori di ricotta di Campi, L’Ultima cena di Warhol e tante altre opere di De Chirico, Manzoni, Fontana, Lichtenstein, Magritte e Baschenis.

I visitatori, oltre a godersi la bellezza delle opere esposte, potranno anche informarsi sugli stili e sulle abitudini alimentari delle varie epoche. Spazio verrà dedicato anche ai più piccoli grazie a dei laboratori didattici. Per gli studenti delle scuole di ogni grado, invece, vi sarà un concorso a premi nel quale i ragazzi si cimenteranno nella realizzazione di un’opera d’arte sul cibo.

Costo della mostra: € 11,50

Acquista il ticket qui!

Valeria Vanacore