-->

Lifestyle
Strumenti

Continua il viaggio di InFOODation nell’artigianato d’eccellenza made in Napoli.

Qualche settimana fa vi abbiamo parlato di moda maschile attraverso il New York Time e il Financial Time e di come la sartoria napoletana sia apprezzata in tutto il mondo (clicca qui per leggere l’articolo).

Questa volta incontriamo nel suo atelier, a Palazzo Leonetti, al civico 40 di via dei Mille a Napoli, il maestro Lello Antonelli, dell’omonima Sartoria Antonelli durante un evento che mette in mostra l’hand made d’autore napoletano.

Lo incontriamo nel suo mondo fatto di strumenti antichi, di tradizione e di stoffe pregiate.

Abiti interamente cuciti a mano, asole rifinite con filo di seta pura.

Abiti che diventano simbolo di un’eleganza senza tempo creata con gli strumenti di sempre: dal ferro da stiro a secco, pesante 7,5 Kg, alla vecchia macchina da cucire a pedale.

La passione del sig. Antonelli traspare in ogni parola, in ogni racconto, in ogni gesto: da quando ci spiega come le tele vengono bagnate nel secchio a quando ci racconta di quella volta che da ragazzino incontrò Roberto Murolo e Fred Buscaglione.

Un esempio di tradizione, espressione di un talento che può essere sicuramente simbolo di una Napoli che vuole e sa eccellere nel mondo.

Clicca qui per la gallery di immagini sulla Pagina Facebook di inFOODation 

Per saperne di più: Napoli nel mondo: Babà, Pizza … e Sartoria!

 Giovanni Salzano