-->

umbria

Se fossimo in cerca di location per girare un film in costume le cittadelle dell’Umbria sarebbero un setting perfetto, tanto che sembrerebbe più adeguato aggirarsi per le loro stradine con un calesse piuttosto che con un’auto.  Del resto, anche le verdi colline che si trovano in quell’angolo di Italia sono uno scenario che incoraggia a staccare il cervello dalle ansie della nostra contemporaneità, avendo voglia di lasciarsi travolgere da un salutare dolce far niente. 

Leggi tutto: Alla scoperta delle ghiottonerie dell’Umbria

canederliCon il suo arredamento tipico tirolese, i colori caldi delle pareti e i gerani nel cortile esterno, l’Agritur Galeno è un’oasi di delizie per gli amanti della montagna, anche in estate.

Siamo a Luserna, un piccolo comune di 286 anime in provincia di Trento dove la gente del posto parla ancora il cimbro di origine germanica. Ai lembi degli Altipiani Trentini, l’Agritur Galeno è un’azienda zootecnica a conduzione familiare con mamma Marisa, papà Gianfranco, Giada, Stefania e Chiara che accolgono i clienti con cortese ospitalità e gentilezza.

Leggi tutto: Agritur Galeno: il Trentino nel piatto

Un pasto. Una porzione. Questa la traduzione dall’olandese del nome di un nuovo ristorante che per due serate ha rivoluzionato le abitudini sociali dello stare a tavola.

 Eenmaal ha infatti aperto ad Amsterdam solo temporaneamente riscuotendo un discreto successo tanto da ipotizzare ulteriori esperimenti simili. La caratteristica diquesto ristorante? Lo dice il nome: si tratta di un locale con tavoli e relativa mise en place per una sola persona.   << Qui si può cenare in piacevole solitudine>>,  ha spiegato la fondatrice e designer Marina van Goor che ha collaborato con l'agenzia Vandejong per realizzare la sua iniziativa,     << Vogliamo contribuire a sfatare il tabù che mangiare da soli in un luogo pubblico sia qualcosa di negativo. Vogliamo rendere questa esperienza più attraente e far sentire i clienti rilassati e a proprio agio.>>

Leggi tutto: Un tavolo per uno. Ad Amsterdam si mangia da soli

frutta brasileAmeixa, cambucá, caju, ajuru, marmelo, açaí, bacupari, pitanga, pupunha, sapucaia, cuieira, cuiarana, perta-güela, damasco, seriguela, jabuticaba, ibapobó, cupuaçu, maça, romã, abacaxi, amora, chirimóia, jenipapo, mamão, mangaba, sapotí, acerola, graviola, ugni, tamarindo, goiaba, abiu, pinha, uricuru, uvaia, abacate, caqui, araça, maracujá, manga, guaraná, groselha preta, cereja, morango, castanha, melancia, melão, figo, banana, framboesa, coco, limão, kiwi, pêssego, laranja, fruta do conde, pêra, tangerina, xixá...

Leggi tutto: Frutta tropicale, curaçao e passione dal Brasile

 

livignoL’Alta Valtellina imbiancata di neve: uno spettacolo di abeti candidi come vello di montone, tutta da sciare e certamente da assaggiare tra piatti gustosi e grandi vini.

Rotta verso Livigno, zona franca a due passi dalla Svizzera e dal Trentino: piste da sci che scivolano dalle due montagne al centro di un paese capace di coniugare turismo e tradizione.

Un’ottima occasione per sposare la voglia di sport con i piaceri del palato.

Leggi tutto: Sapori di Valtellina:note di degustazione dal "Piccolo Tibet"