-->

Cultura&Spettacolo
Strumenti

Torna da Hart  'Te la Cucino io l'Arte',  il format ideato da Carlo Olivari chef, designer, artista - alla scoperta di grandi storie attraverso il cibo.

Dopo il grande successo della serata dedicata a Moby Dick, il secondo appuntamento avrà come protagonista Blade Runner, il capolavoro cinematografico di Ridley Scott.

La serata prenderà forma dal racconto del film, una narrazione secondo Olivari che passerà attraverso tutti i sensi, restituendo così allo spettatore un’esperienza a più facce.

Un format originale in cui il cibo si fa strumento per raccontare personaggi, storie, ambientazioni e sensazioni.

E se nel primo appuntamento, abbiamo visto la balena bianca, Ismaele e il Capitano Achab prendere sapore, questa volta toccherà a Rick, Roy, Rachael trovare posto in sala e nel piatto, ricreando le atmosfere della Los Angeles del futuro immaginata da Scott.
Quale elemento o consistenza avranno i replicanti?

E lo chef sarà solo sul palco? O avrà in serbo una sorpresa? La serata è avvolta dal mistero.

 

Carlo Olivari sostituirà i protagonisti delle storie che racconta con gli ingredienti dei piatti che durante la serata saranno creati e serviti alla platea. Opera lirica, pittura, musica, letteratura, poesia, ma anche autori e personaggi storici prenderanno forma nel racconto prima di finire nel piatto.

Hart si conferma un luogo aperto a tutti i tipi di contaminazione. Non solo cinema, ma musica, teatro, cibo e soprattutto il gioco tra le parti.

Hart apre le porte a tutto quello che può regalare al pubblico una esperienza che metta in gioco più sensi contemporaneamente.

 

Conosciamo meglio Carlo Olivari.  Architetto, designer e chef. E' un uomo poliedrico Carlo Olivari. Nel 1994 fonda olivariID&A InteriorDesign&Art, lo studio di progettazione d’interni, di design di complementi d’arredo, grafica e arte. Nel 2007 fonde il suo lavoro con la passione per la cucina. Studiando e frequentando stage presso grandi chef (Mauro Uliassi, Norbert Niederkofler, Gianluca D’Agostino), Olivari ha contemporaneamente approfondito gli studi sulla logistica e sull’event management. Così nasce Cooking Division, una società in grado di portare un ristorante gastronomico ovunque vi sia richiesta.

Il disegno di un piatto, di un evento o di un oggetto nascono, secondo Olivari, dagli stessi presupposti e con gli stessi processi creativi. L’architettura del palato segue, insomma, le stesse regole dell’architettura degli interni e del design. Così la sua ricerca abbraccia tutte queste componenti rendendo un semplice pasto un’esperienza da ricordare.

L’Amore e la Libertà sono i principi ispiratori di tutto il suo percorso, per questo Cooking Division ha scelto di essere itinerante, flessibile, proponendo menù gastronomici, in posti inusuali o in cucine professionali, senza distinzione.

La sua mente è sempre in continuo movimento. Così nel 2017 con l’Accademia di Belle Arti di Frosinone “mette in tavola” la Madama Butterfly. Da qui - poi - Te la Cucino io l’Arte. L'esperienza con l'opera di Puccini la porterà il 18 aprile proprio all'Hart.

 



Per ogni appuntamento la cena prevede 3 portate, vino e acqua.

L’evento è in collaborazione con 
Azienda Vinicola Villa Matilde
e
Pastificio dei Campi.


Il costo del biglietto  è di 30 euro 

Info e prevendite
Hart via Crispi, 33 Napoli
081 7613128
hartnapoli.it