-->

Eventi
Strumenti

 

La tanto attesa assegnazione degli Oscar 2016, trasmessa in Italia durante la notte tra il 28 e 29 febbraio 2016, è il risultato della febbrile attività dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, famosa per sostenere lo sviluppo dell'industria cinematografica americana. L’evento cinematografico giunto quest’anno alla sua ottantottesima edizione, è tornato sotto gli occhi dei riflettori al Dolby Theatre di Los Angeles con l’immancabile red carpet, seguito dalla cerimonia di premiazione presentata dall’attore Chris Rock che, per la seconda volta dopo l’edizione del 2005 ne ha animato lo stage, chiudendo in bellezza – o sarebbe meglio dire con gusto - con il Governors’ Ball, la lauta cena che conclude i festeggiamenti della serata.

L’edizione 2016 ha visto finalmente Leonardo Di Caprio aggiudicarsi la statuetta come miglior attore protagonista per Revenant di Alejandro Gonzales Iñárritu ( film che ha vinto anche l’Oscar per miglior regia e miglior fotografia. Per Iñárritu è la seconda vittoria consecutiva diventando in terzo regista nella storia degli Academy a vincere per due anni consecutivi la statuetta ) e che ha salutato la vittoria con un impegnato discorso sulla salvaguardia dell’ambiente, mentre la prescelta come miglior attrice protagonista è stata Brie Larson con Room di Lenny Abrahamson, storia di una donna violentata e prigioniera con suo figlio in una stanza, battendo così le candidate Cate Blachett e Jennifer Lawrence.  Strapremiato Mad Max: Fury Road  di George Miller con le sue 472 ore di girato, per migliori costumi, miglior scenografia, make up, montaggio, mixaggio e suono, mentre  al nostro Ennio Morricone è stata per la prima volta riconosciuta la miglior colonna sonora per The Hateful Eight di Tarantino, con annessa standing ovation. Miglior film a Il caso Spotlight di Tom McCarty, che ha vinto anche come miglior sceneggiatura originale, i cui produttori hanno fatto un appello a Papa Francesco per continuare far sempre maggior luce sui casi di pedofilia nella Chiesa.

<< Il tema della serata è stato l’arte cinematografica, dedicata ai soggetti che fanno del cinema un’arte >>, ha affermato il direttore dell’Academy Jeffrey Kurland, il costume designer responsabile di décor, menu e intrattenimento, così come dell’abbigliamento dello staff, giunto al suo settimo anno di presidenza del Governors’ Ball, la famosa cena che segue all’assegnazione degli Oscar presso il Ray Dolby Ballroom dell’Hollywood & Highland Center.  Per questo il palcoscenico degli Oscar, creato dallo scenografo Derek McLane, è stato ispirato al glam della Hollywood degli anni ’70 e secondo la stessa ottica si è pensato alla decorazione dello spazio che ospita il Governors Ball, arricchito con 170 disegni commissionati ad illustratori contemporanei che hanno rappresentato i luminari dell’industria cinematografica passata e presente nel ricordo dei fantastici lavori di Al Hirschfeld, il caricaturista americano conosciuto per i suoi ritratti in bianco e nero delle celebrità e star di Broadway, riuscendo a catturare in pieno – come ha aggiunto Kurland –  << l’energia e lo spirito propri degli Oscar >>.

Ha seguito il medesimo fil rouge la fastosa cena preparata dallo chef Wolfgang Puck, che da ventidue anni consecutivi cura l’aspetto culinario della festa successiva alla premiazione, insieme a Kurland e alla produttrice dell’evento Cheryl Cecchetto. I trenta piatti studiati per le star, tra gusto vintage e glamour contemporaneo, hanno visto il susseguirsi di antipasti e piccole porzioni a base di patate arrostite con caviale, noci di macadamia Sriracha candita, costolette di brasato con purea di cavolfiore e uvetta con riso Thai soffiato, tortellini con formaggio ai carciofi, gazpacho di uva bianca e mandorle, risotto di segale con piselli e asparagi, aragosta, granchio dell’Alaska ripieno, sushi preparato al momento, frutti di mare e altre prelibatezze esposte su blocchi di ghiaccio illuminati. Il menu prevedeva inoltre alcuni piatti tipici dello chef come salmone affumicato, torte rustiche con pollo e tartufo nero e mini hamburger Wagyu con cheddar invecchiato, e per chi lo richiedesse, la possibilità di consumare un pasto vegano o vegetariano. Tra i dessert, invece, l’alacre team composto da 300 cuochi, 300 chef e 600 camerieri,  ha offerto ai 1.600 ospiti dolci innovativi ed eleganti come crêpes al pistacchio con schiuma di champagne alla fragola e briciole di pistacchio, shot di Caramelia con crema di sciroppo d’acero, cuscus di muscovado e sorbetto al caffè, oltre ai tradizionali chocolate chip cookies, brownie e i bonbon di Wolfgang Puck. Ancora, torte a strati al cioccolato con biscotti speculoos al cioccolato e gelato alla banana, 5.000 statuette Oscar di cioccolato ricoperte di oro 24 carati e, tra le novità, i doughnut – le famose ciambelle americane – preparati al momento secondo i gusti degli ospiti.

“So esattamente cosa stuzzica il palato delle celebrità che frequentano assiduamente i miei ristoranti” ha affermato lo chef Puck. “Per questo prepariamo sia piatti tradizionali, che comfort food che ricette moderne” ha concluso. Per accompagnare il tutto, le cantine Sterling hanno servito circa 600 bottiglie dell’edizione limitata di Red Carpet Reserve, più di 200 bottiglie dell’edizione limitata di Gold Standard Reserve e circa 200 di Chardonnay. Erano inoltre disponibili cocktail e champagne studiati appositamente per ogni momento della serata e, solo per i vincitori, il raro Piper-Heidsieck Rare Millesime del 1988, champagne messo a disposizione delle star premiate in quanto “tributo speciale da parte della Piper-Heidsieck per celebrare lo splendido lavoro che stanno facendo”, così come ha commentato il suo direttore amministrativo Benoit Collard.

 

Ecco l'elenco completo dei Premi Oscar 2016

Miglior film

La grande scommessa
Il ponte delle spie
Brooklyn
Mad Max: Fury Road
Sopravvissuto - The Martian
Revenant
Room
Il caso Spotlight - VINCITORE

Miglior regia

Adam McKay - La grande scommessa
George Miller - Mad Max: Fury Road
Alejandro Gonzales Inarritu - Revenant - VINCITORE
Lenny Abrahamson - Room
Tom McCarthy - Il caso Spotlight

Miglior attore protagonista

Bryan Cranston - Trumbo
Matt Damon - Sopravvissuto -The Martian
Leonardo DiCaprio - Revenant - VINCITORE
Michael Fassbender - Steve Jobs
Eddie Redmayne - The Danish Girl

Miglior attrice protagonista
Cate Blanchett - Carol
Brie Larson - Room - VINCITRICE
Jennifer Lawrence - Joy
Charlotte Rampling - 45 anni
Saorsie Ronan - Brooklyn

Miglior attore non protagonista

Christian Bale - La grande scommessa
Tom Hardy - Revenant
Mark Rylance - Il ponte delle spie - VINCITORE
Mark Ruffalo - Spotlight
Sylvester Stallone - Creed

Miglior attrice non protagonista

Jennifer Jason Leigh - The Hateful Eight
Rooney Mara - Carol
Rachel McAdams - Spotlight
Alicia Vikander - The Danish Girl - VINCITRICE
Kate Winslet - Steve Jobs

Miglior sceneggiatura originale

Il ponte delle spie
Ex Machina
Inside Out
Spotlight - VINCITORE
Straight Outta Compton

Miglior sceneggiatura non originale

La grande scommessa - VINCITORE
Brooklyn
Carol
The Martian
Room

Miglior film straniero

El abrazo de la serpiente (Colombia)
Mustang (Francia)
Il figlio di Saul (Ungheria) - VINCITORE
Theeb (Giordania)
A War (Danimarca)

Miglior film d'animazione

Anomalisa
Boy and the World
Inside Out  - VINCITORE
Shaun - vita da pecora
Quando c'era Marnie

Miglior montaggio
La grande scommessa
Mad Max Fury Road - VINCITORE
Revenant
Spotlight
Star Wars: il risveglio della Forza

Miglior scenografia

Il ponte delle spie
The Danish Girl
Mad Max: Fury Road - VINCITORE
Sopravvissuto - The Martian
Revenant

Miglior fotografia

Carol
The Hateful Eight
Mad Max Fury Road
Revenant - VINCITORE
Sicario

Migliori costumi

Carol
Cenerentola
The Danish Girl
Mad Max Fury Road - VINCITORE
Revenant

Miglior trucco e acconciature

Mad Max: Fury Road - VINCITORE
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Revenant

Migliori effetti speciali
Ex Machina - VINCITORE

Mad Max: Fury Road
Sopravvissuto - The Martian
Revenant
Star Wars: il risveglio della Forza

Miglior sonoro

Il ponte delle spie
Mad Max: Fury Road - VINCITORE
Sopravvissuto - The Martian
Revenant
Star Wars: il risveglio della Forza

Miglior montaggio sonoro

Mad Max: Fury Road - VINCITORE
Sopravvissuto - The Martian
Revenant
Sicario
Star Wars: il risveglio della Forza

Miglior colonna sonora originale

Il ponte delle spie
Carol
The Hateful Eight - VINCITORE
Sicario
Star Wars: il risveglio della Forza

Miglior canzone

Earned It - 50 sfumature di grigio
Manta Ray - Racing Extinction
Simple Song #3 - Youth
Til It Happens To You - The Hunting Ground
Writing's On the Wall - Spectre VINCITORE

Miglior documentario

Amy - ViNCITORE
Cartel Land
The Look of Silence
What Happened, Miss Simone?
Winter of Fire: Ukraine's Fight for Freedom

Miglior corto documentario

Body Team 12
Chan, beyond the Lines
Claude Lanzmann: Spectres of the Shoah
A Girl in the River: The Price of Forgiveness - VINCITORE
Last Day of Freedom

Miglior cortometraggio

Ave Maria
Day One
Everything Will Be OK
Shok
Stutterer - VINCITORE

Miglior cortometraggio d'animazione
Bear Story - VINCITORE

Prologue
Sanjay's Super Team
We Can't Live without Cosmos
World of Tomorrow

 

Clicca qui per vedere la photo gallery del party del Governors' Ball dei premi Oscar 2016

 

 

 

 

 

Micole Imperiali