-->

Eventi
Strumenti

Luciana Littizzetto scriveva “una delle certezze della vita è che a Pasquetta piove”. Ahimé, non è difficile darle torto considerato che questa frase è ampiamente confutabile da molti di noi. Ma si sa, Pasquetta è – specialmente per noi del Sud – una festività insindacabile dove anche i più restii alla fine cedono e si incontrano per un barbecue, un pranzo luculliano nella natura od un semplice aperitivo.

Tuttavia – come in ogni festività che si rispetti – confusione, traffico, caos ed eccessiva folla possono rappresentare un deterrente. Muoversi con l’auto diventa infernale, così come lo è mettere d’accordo svariate ‘teste’.

Abbiamo perciò stilato un elenco di soluzioni papabili se – come noi – avete difficoltà a muovervi nel mare magnum di idee per il lunedì in albis.

Pasquetta e Arte = chi preferisce coniugare arte e natura non potrà mancare alla ‘Pasquetta a Capodimonte’, evento patrocinato dalla III Municipalità presso il meraviglioso bosco che sormonta la medesima collina. Con la presenza di svariati artisti, che si esibiranno in dj set e performances, animazione e punti di ristoro, non sarà difficile arrotolare un paio di asciugamani e distendersi sul prato, godendosi la giornata! Una bella novità è anche l’apertura della Reggia di Caserta, che da diversi anni non effettuava accesso al pubblico nel lunedì in albis. La decisione, illo tempore, fu presa per evitare che visitatori molesti potessero arrecare danni alla struttura con scampagnate fin troppo ‘rustiche’, ma l’amministrazione di Mauro Felicori ha sancito la riapertura del complesso (l’ingresso è tuttavia interdetto ai possessori di biglietto nominativo annuale).

Cosa ve ne pare , dunque, di un bel pranzo al sacco da gustare sotto la fontana di Diana e Atteone? Anche il Belvedere di San Leucio sarà aperto al pubblico. La rinomata sede dei mastri setaioli, fortemente voluta dal re Ferdinando I d’Aragona aprirà i battenti ai visitatori e sarà visitabile in cinque visite a turnazioni di un’ora ciascuna. Pasquetta e Natura = si sa, nemmeno la pioggia riesce a tenere lontani i naturalisti dal loro habitat preferito. E’ per questo che già da alcuni anni si organizzano escursioni sul Vesuvio e sul Monte Terminio per coloro che non riescono a stare senza il contatto con il verde. Abbigliamento comodo, pranzo al sacco e l’aiuto di una guida uniranno l’utile al dilettevole.

Se non preferite allontanarvi troppo, potrete optare per una giornata vicina alla Metropolitana Linea 1, precisamente al Fondo Rustico Lamberti sito a Chiaiano – confiscato alla camorra – dove con un contributo simbolico di solo un euro per tenere l’area pulita ci si potrà sdraiare tra peschi in fiore con musica, animazione, balli e giochi per bambini.

No, non abbiamo dimenticato il glam! Sappiamo che tra i nostri lettori ci sono quelli più attratti dall’appeal di quei posti più social e più di tendenza. D’altronde, i gusti sono gusti! Se l’offerta culturale per Pasquetta sul fronte naturalistico è ampia, quella sul fronte ‘social’ è praticamente sconfinata.

Tutti i lidi della zona di Baia, Bacoli, Miseno, Fusaro, si sono attrezzati per il lunedì in albis.

Al Nabilah, a via Spiaggia Romana, entro le ore 13 l’ingresso è gratuito e si potrà assistere alle performances musicali di diversi esponenti del panorama di spicco musicale napoletano: Capitan Capitone e i Parenti della Sposa, Gnut, Dario Sansone (Foja), Alessandro Morlando (La Maschera), Gino Fastidio e molti altri si alterneranno in un continuum musicale tra cocktail e fotografie tutte da condividere – auspicando un bel tramonto.

AL Key Beach Park di Pozzuoli, i nostalgici degli anni 2000 non vorranno perdersi lo showcase dei Gemelli DiVersi, che tanto hanno segnato la nostra adolescenza con i loro tormentoni! Dalle 10 alle 22 ci sarà un susseguirsi di happening, momenti musicali e di gioco insieme a tanto cibo tipico pasquale. Il prezzo è di 10 euro a persona. Immancabile all’appello anche l’Arenile, che quest’anno propone un brunch no-stop di 12 ore con la presenza esclusiva del dj inglese Ben Pearce insieme ad altri colleghi partenopei. Ci si potrà rilassare nell’area pool o sul prato gustando le specialità dei punti ristoro di alcuni dei nomi più noti degli street fooder campani: Capatoast, Keciapizza, Di Pinto bakery e molti altri. L’ingresso è gratuito fino alle 15:00, dopodiché avrà un costo di 10 euro.

Al Club Partenopeo di via Coroglio Dall'unione delle principali attività ristorative della città di Napoli nasce "Urban District", un format originale, un progetto tutto da scoprire e da vivere che punta a realizzare l'idea del fare rete fra le attività produttive del nostro territorio. Il format vede la partecipazione di Terrazza Calabritto che organizzerà un pranzo di gala su un esclusivo garden realizzato per l'occasione per 300 persone (su prenotazione). Ci sarà, inoltre, un’area street food con delle fantastiche roulette di Muu Mozzarella Lounge, Lelena burger, Sand Sandwich & More, Giappo Sushi. Grande spazio al beverage con la degustazione di birre curata dal gruppo Leffe e gli aperitivi di qualità realizzati da Barrill, Bisi e Cantine Sociali. Non manca la musica con sei Dj Napoletani . Anche i più piccoli potranno partecipare a "Urban District" grazie a una spaciale area bambini organizzata per l'occasione.

Se invece volete fuggire da Napoli ma senza allontanarvi di molto, quale migliore occasione per prendere un aliscafo e recarvi presso una delle meravigliose isole che circondano la nostra città?

La sfavillante Capri, con le sue viuzze piene di piccole boutiques di lusso, la vista sui faraglioni dai giardini di Augusto e gli innumerevoli ristorantini di pesce, la verde Ischia con i suoi parchi termali e spiagge suggestive o la pittoresca Procida – l’isola di Arturo – con le sue casette colorate e ambiente tranquillo sono alla portata di ogni portafoglio e gruppo.

Insomma, non fate gli schizzinosi. C’è veramente tanta scelta! Noi speriamo che il nostro piccolo compendio vi sia d’aiuto. E nella speranza che a Pasquetta non piova, vi auguriamo delle felici feste!

Mary Sorbillo