-->

Eventi
Strumenti

Si è conclusa da pochissimo l’edizione duemilaquindici de Le strade della Mozzarella, la gustosa manifestazione dedicata al succulento latticino campano, conosciuto in tutto il mondo. Star televisive della cucina, chef stellati e chef emergenti, critici enogastronomici, produttori e appassionati del settore gastronomico, si sono riuniti a Paestum il 13 e il 14 aprile per sfidarsi, confrontarsi e, soprattutto, gustare manicaretti preparati con Mozzarella di Bufala Campana Dop, quella originale, tutelata dal Consorzio.

C’è chi ha scelto di abbinarla alla pasta, come il giovane chef de La Galleria di Gragnano Giulio Coppola, allievo di Cannavacciuolo, che ha preparato le calle del Pastificio dei Campi con crema di bufala, gambero crudo e battuto di verdura e olive verdi; e poi c’è chi ha deciso di strafare, prendendo prodotti sempre rigorosamente campani ed elaborandoli in qualcosa di davvero particolare. Stiamo parlando di Massimo Bottura che, moderato da Fiammetta Fadda, ha dato luogo ad uno show cooking i cui ingredienti di base sono stati crocchetta di farina di latte di mozzarella, olive, limoni bruciati, pomodori del piennolo e… coglioni di bufalo! Il nome del piatto è Ladies and Gentlemen, il bufalo che voleva diventare bufala, e, come avrete già pensato, è ricco di significati e provocazione, poiché Bottura si è ispirato alle famose opere di Andy Warhol.

Per gli appassionati del buon bere, non sono mancati i vini dell’azienda biologica e biodinamica salernitana San Salvatore, così come le bollicine di Bruno Paillard e dei particolarissimi cocktail a base di succo di limone e olio extravergine d’oliva.

Ricco di interesse è stato il laboratorio di degustazione di formaggi tenuto dalla relatrice AIS Maria Sarnataro in collaborazione con l’Onaf. Otti i tipi di formaggi degustati, tutti di diversa stagionatura.

Questa edizione de Le strade della Mozzarella si è conclusa con un grande evento serale all’Hotel Oleandri di Paestum a base di pizze e champagne Bruno Paillard. Ai forni, ma anche alle friggitrici, abbiamo trovato Enzo Coccia con le sue montanare, calzoncini ripieni di ricotta, ciurilli e speck, e quelli al soffritto, Ciro Salvo con la sua margherita, Gino Sorbillo con la sua marinara, i fratelli Salvo con le frittatine di pasta e patate, Gennaro Nasti con la sua pizza pomodori San Marzano, bufala e foie gras, e Franco Pepe con calzone al forno ripieno di scarola riccia.

Torniamo verso casa divertiti, sazi e felici, mangiando ancora un bocconcino di mozzarella acquistato in mattinata da Vannulo, purtroppo fuori del Consorzio. Ma a noi piace anche essere anticonvenzionali e fuori dalle righe!

Guarda la Gallery Fotografica: Le Strade della Mozzarella 2015

Valeria Vanacore