-->

News
Strumenti

Se in futuro a mancare potrebbe essere il caffè, significa che il mondo sta andando decisamente nella direzione sbagliata. La bevanda nera amica di tante mattine ancora più nere in un futuro non troppo lontano rischia di costare caro e pesare tanto sulle finanze dei consumatori.

Ma non solo il caffè. Studiosi e scienziati hanno infatti posto l’attenzione su almeno sei cibi che rischiano di diventare merce rare e conseguentemente avere prezzi piuttosto elevati. Nella blacklist, accanto al caffè, ci è finito anche il cioccolato, riso e mais, avocado, miele e anche carne di manzo.

caro-prezzoPerché? Innanzitutto è conseguenza degli effetti negativi dei cambiamenti climatici sulle coltivazioni; inoltre l’uso eccessivo di pesticidi può addirittura portare alla distruzione di alcune produzioni e, banalmente, tra i motivi della riduzione delle materie prime c’è un semplice aumento di richiesta. Cina e India, le super potenze economiche per eccellenza, dominano sui mercati anche in fatto di consumi e se si pensa che lo Stato con capitale Pechino conta oltre 1,35 miliardi di persone, c’è poco da stare sereni.

Qualche approfondimento. In Italia, nella primavera del 2014, in corrispondenza della semina del mais e dei trattamento sulla frutta, si è registrato un forte aumento dell’avvelenamento delle api con una flessione della produzione che si aggira intorno al 50% ed un aumento del 20-30% dei prezzi. Siamo messi male anche per i cereali: entro il 2030 i consumatori potrebbero spendere il 30% in più per la loro razione di mais e riso.

Un triste destino toccherà anche al cioccolato e al caffè. O tempora, o mores!

Annarita Costagliola