-->

#milluminodicibo
Strumenti

Le vacanze di gioventù tra Ischia e Amalfi, la pizza fritta addentata tra i vicoli del centro storico, le colazioni al bar California di Santa Lucia insieme a Lucky Luciano. È una lunga intervista di 12 pagine a Renzo Arbore ad aprire la nuova Guida di Repubblica ai sapori e ai piaceri della Campania, che per l’edizione 2018 dedica a uno dei simboli della cultura partenopea un lungo excursus della sua vita nella regione, tra ricordi del passato e testimonianze dell’oggi.

«Fa riflettere la sua ostinazione a non rassegnarsi alla Napoli del no, delle cose che non vanno  e a tifare e a impegnarsi per la Napoli del sì, per rilanciare nel mondo il meglio del made in Sud, che trova in Campania i testimoni più prestigiosi» scrive il direttore delle Guide di Repubblica, Giuseppe Cerasa, nella sua introduzione alla Guida commentando l’intervista ad Arbore.

Il volume, in edicola e in libreria  da venerdì 21 luglio, in questa edizione si arricchisce di nuove sezioni, percorsi tematici, itinerari segreti e chicche sulla regione, da scoprire da cima a fondo esaltando le eccellenze di ognuna delle province. La Guida infatti, oltre all’ampio focus dedicato ad Arbore, può contare anche su altri dieci testimonial d’eccezione, da Erri De Luca a Vincenzo Salemme, da Biagio Izzo a Lina Sastri, da Serena Autieri a Gobbe Covatta, fino a Diego De Silva, Giuliana De Sio, Iaia Forte e Marisa Laurito. Ognuno di esse, nella sezione degli Itinerari d’autore, svela i propri luoghi del cuore tra punti d’interesse turistico, segreti della città e consigli su dove mangiare la pizza più gustosa o bere il caffè più buono.

Gli Itinerari del mito invece invitano il lettore a rileggere la mitologia con uno sguardo contemporaneo, esplorando i luoghi delle leggende, dai gladiatori di Capua alla sirena Partenope, dal gigante Tifeo alla Mefite dell’Irpinia, in percorsi ricchi di consigli su indirizzi gastronomici e luoghi d’interesse artistico e naturalistico.

La nuova sezione dedicata alle Dimore di charme racconta 89 tra i più bei posti dove fermarsi a dormire, tra relais, hotel e b&b storici, mentre la Costiera Sorrentina, le Isole di Capri, Ischia e Procida e la Costa d’Amalfi sono i tre approfondimenti che la Guida dedica a queste tre enclave iconiche della Campania, esplorate in lungo e in largo tra ristoranti, luoghi da visitare, botteghe del gusto e pause gourmet a base di street food.

Le Pizzerie e le sezioni dedicate a 140 Caffè e Pasticcerie, 58 indirizzi di Street Food, 224 Botteghe del Gusto, 58 Caseifici e 21 Pastifici esaltano le eccellenze della gastronomia della regione, mentre in totale sono 765 gli indirizzi tra pizzerie e ristoranti segnalati in Guida, di cui 355 sono novità assolute rispetto all’edizione dello scorso anno. Per la prima volta inoltre la Guida dedicata alla Campania approfondisce i migliori indirizzi con un’intera pagina dedicata.

In chiusura della Guida, le Ricette svelano passo dopo passo i segreti di 46 tra i più importanti chef della regione, da Nino Di Costanzo a Gennaro Esposito, che hanno aperto le porte delle proprie cucine per permettere a tutti di replicare a casa le creazioni gourmet dei loro menu d’autore. E per non farli sentire soli, ad affiancare gli chef ci sono le mamme e le nonne della Campania, che nella sezione dei Piatti della Memoria raccontano le preparazioni di piatti iconici della regione, come la pizza di scarole e il polpettone napoletano. Completano il volume la sezione dedicata a 68 Produttori di Vino e i Premi alle Eccellenze.

A impreziosire  Guida di Repubblica ai sapori e ai piaceri della Campania che successivamente sarà anche online su Amazon, Ibs e sul servizio clienti delle Guide di Repubblica sono le preziose firme di giornalisti come: Carmen Davolo, Donatella Bernabò Silorata, Stefano Petrella, Fiorella Loffredo, Raffaele Sardo, Flora D'Antoni e Pierluigi Melillo.

http://inedicola.gruppoespresso.it/prodotto/le-guide-di-repubblica/