-->

O’ Sfizio d’a Notizia è ormai realtà a via Michelangelo da Caravaggio 51, giusto accanto alla celebre Pizzaria La Notizia di Enzo Coccia che dal 1994 ha cambiato la storia della pizza napoletana in città e nel mondo.

Dopo aver esaltato e dato nuova dignità alla pizza napoletana grazie allo studio sugli impasti e all’accurata selezione degli ingredienti, il vulcanico Enzo affida alle abili mani di Eduardo Ore, già inviato all’estero per Pizza Consulting, la Cenerentola della pizza napoletana: la pizza fritta di Angioina memoria accompagnata dalle bollicine italiane e francesi. L’abbinamento perfetto tra fritto e vino spumante è esaltato da un’attenta carta dei vini realizzata con la consulenza di  Tommaso Luongo, sommelier e delegato Associazione Italiana Sommelier di Napoli, e Gennaro Iorio, chef de cave dell’Hotel de Paris di Montecarlo.

Cinquanta posti a sedere, tra la tavolata aperitivo dove gustare al volo una montanara e un calice di bollicine serviti in un comodo piatto creato ad uopo e i tavoli delle due sale, destinati a ospitare chi preferisce mettersi comodo e lasciarsi trasportare dal gusto unico delle pizze fritte e  le ‘mpustarelle gourmet, i panini sviluppati in collaborazione col panificio Malafronte di Gragnano e un’esclusiva miscela di farine del Molino Dallagiovanna. Lievitazione e cottura pressoché perfette, sapore di vero pane dalla crosta croccante unito alla lievità dell’impasto e ad infinite combinazioni d’ingredienti, ne fanno una merenda dall’ineguagliabile gusto. Il fritto beneficia della tecnologia sviluppata da Stefano Ferrara: una friggitrice capace di mantenere costante la temperatura dell’olio, evitando le consuete nubi di fumo e il classico fritto 'nsevatoPer la sezione dei dessert è stato scelto Salvatore Capparelli presente in carta con i dolci monoporzione.

Partner del progetto sono Acqua Ferrarelle, Molino Dallagiovanna e le aziende vinicole Cantine Astroni, Salvatore Martusciello, Cantina Iovine, Feudi di San Gregorio, Ca’ del Bosco e Perrier-Jouët.   

L.O.